Dastan, il cane co-protagonista del selfiefilm Clic - 10 giorni guidato dal vento

Questo meticcio si chiama Dastan ed è il cane co-protagonista del primo selfiefilm della storia.

Dastan, il cane del selfiefilm Clic

Il cagnone che vedete nella foto si chiama Dastan. E' un meticcio, frutto di un incrocio fra un Pastore Bergamasco e un Pastore Australiano, ma non solo. Dastan è il co-protagonista del primo selfiefilm della storia, dal titolo Clic - 10 giorni guidato dal vento. Il film è stato realizzato da una sola persona, con tecniche di selfie estremo e ha solo due protagonisti: Paolo Goglio e il suo cane Dastan. Il film narra di un viaggio avventuroso lungo tutta la Danimarca. Dastan è sempre presente nella pellicola, testimonianza del fatto che anche nei momenti più difficili, la presenza di un cane ci impedisce di cadere preda della solitudine e della disperazione.

Clic - 10 giorni guidato dal vento: storia e trama

E' lo stesso Paolo Goglio, selfieproduttore, ha spiegare la genesi di questo progetto: "Sono 9 anni che realizzo il format televisivo 'Amore con il Mondo' e Dastan è presente fin dalla prima puntata, abbiamo scalato insieme centinaia di montagne e viaggiato in tutta Europa con la nostra capanna mobile. Ora ho voluto tentare un’impresa unica nella storia della cinematografia e realizzare un intero film da solo, mettendo a frutto l’esperienza maturata in questi anni e le tecniche per cui mi sono allenato a lungo. Io e Dastan abbiamo osservato centinaia di tramonti incantevoli e ci addormentiamo sempre vicini, la sua vicinanza mi tranquillizza e mi trasmette molta serenità, vorrei tanto che la sua presenza in questo film sia per tutti un incentivo a condividere più tempo e più spazio con queste inseparabili creature che vivono e si nutrono del nostro affetto e della nostra presenza".

CLIC - 10 giorni guidato dal vento è la storia di un cammino in cui due amici vivono momenti particolari, a volte drammatici, viaggiando per chilometri e chilometri, riscoprendo il rapporto con la natura.

Dastan, un cane come co-protagonista di Clic

Dastan è un incrocio di Pastore Australiano e Pastore Bergamasco. E' un cucciolo affettuoso e giocoso, il cui nome deriva dal film Disney "Il Principe di Persia". Dastan compare in quasi tutte le scene del film e la sua stessa presenza contribuisce ad alleggerire la trama riflessiva, che a tratti diventa molto drammatica.

In Clic vedremo Dastan correre lungo spiagge deserte, rotolarsi nell'erba, scavare buche e viaggiare per chilometri e chilometri insieme al suo umano. Paolo Goglio ha così commentato l'importanza della presenza di Dastan nella pellicola: "La purezza con cui ascoltiamo e osserviamo il mondo intorno a noi determina la percezione che abbiamo della vita e quindi i nostri pensieri, lo stato d’animo e via via i desideri e i sogni, i progetti e le abitudini. La presenza di un animale al nostro fianco è molto preziosa per riflettersi in un rapporto che non prevede alterazioni o misure intermedie. Il cane è sempre festoso di fronte alla nostra presenza, sempre voglioso e bisognoso di affetto, ama giocare e non si stancherebbe mai di farlo, di fronte ad un panorama spazioso lo osserva trionfale e questo significa che anche gli animali hanno la capacità di percepire lo spazio, le dimensioni, la bellezza, l’armonia e la grandezza. Di notte, quando dormiamo nei boschi o su una spiaggia, la sua presenza mi rende tranquillo, anche se non è un cane da difesa so che lui protegge il territorio e segnala la presenza di animali o persone anche a grande distanza, ha un fiuto eccezionale e una grande prontezza di spirito, riflessi incredibili e, nonostante l’età, è ancora agile come un camoscio e si diverte tantissimo ad arrampicare sulle rocce".

Clic - 10 giorni guidato dal vento: il trailer del film

  • shares
  • Mail