Addio a Gringo, il cane dei Carabinieri che aiutò a cercare Paola Gambino a Bordighera

Il cane Gringo è morto pochi giorni fa: l'animale aiutò a cercare Paola Gambino.

Gringo cane

Il cane Gringo è purtroppo morto pochi giorni fa. Questo valoroso cucciolone è stato molto utile durante le indagini di ricerca che riguardavano la scomparsa di Paola Gambino, la donna sparita lo scorso anno, e trovata morta in una spiaggia di Cap Ferrat, in Francia. Il cane molecolare aveva sette anni e mezzo, e apparteneva alla razza Chien de Saint-Hubert.

Gringo faceva parte del Nucleo Cinofili dei Carabinieri di Firenze, e da diversi anni aveva l’incarico di ritrovare le persone scomparse, incarico che svolgeva in maniera esemplare.

Chi ha lavorato insieme a lui fa sapere che, durante la sua carriera Gringo ha ottenuto molti successi. Anche nel caso Gambino il cane molecolare aveva infatti fiutato la pista giusta, ed aveva portato gli agenti sulla scogliera della spiaggia dell’Arziglia, indicando il mare che aveva inghiottito il cadavere della donna.

Ad annunciare la sua morte è stato il suo stesso conduttore, l’appuntato scelto Lorenzo Breveglieri, che attraverso la sua pagina Facebook ha pubblicato un messaggio di affetto e di addio:

Il mio valoroso guerriero questa notte ha chiuso gli occhi ed è volato via. Vola verso l’arcobaleno corri felice nel vento… ciao Gringo!

scrive il suo collega, che di certo era molto affezionato al suo amico e collega Gringo. Il cagnolone è morto nella notte tra martedì e mercoledì scorso, e noi non possiamo che dargli il nostro ultimo saluto e augurargli Buon Ponte.

via | Riviera24
Foto da Facebook

  • shares
  • Mail