Egitto: la strage di cani randagi che indigna il mondo

Dei cani randagi sono stati barbaramente uccisi in Egitto. Ecco perché

Egitto cani randagi

In Egitto alcuni cani randagi sono stati barbaramente uccisi e impiccati. I fatti sarebbero avvenuti a Giza, vicino alle Piramidi, dove sono stati rinvenuti i corpi di alcuni cani che erano stati impiccati, e quello di un altro cane, trovato morto poco distante dagli altri.

Purtroppo quello del randagismo è un problema che colpisce le città di tutto il mondo, un problema che in Egitto è percepito in maniera ancor più grave, poiché sono molti i cani randagi che si trovano per le strade, e che rischiano di mordere o aggredire le persone.  Probabilmente è per questa ragione che qualcuno ha deciso di compiere quella che ha tutto l’aspetto di un’esecuzione, uno scempio che ha sollevato la rabbia da parte delle associazioni animaliste, che hanno postato le immagini raccapriccianti sui social network.

Se da una parte i cittadini di schierano contro l’uccisione di tanti animali innocenti, dall’altro c’è anche chi ritiene comunque necessario correre ai ripari, per arginare il problema del randagismo.

Il pericolo esiste. Ma questo massacro non si può giustificare

commentano giustamente i membri delle associazioni animaliste del Paese, e noi non possiamo che sostenere questa posizione. Il problema del randagismo esiste, in ogni parte del mondo, ma la soluzione non è certamente la spietata uccisione di animali che non hanno colpa, né – come era stato ipotizzato alcuni mesi fa – quella di esportare cani e gatti randagi verso i Paesi che ancora oggi considerano normale mangiare la carne di questi animali.

via | Il Messaggero
Foto da iStock

  • shares
  • Mail