La felicità dell’orso liberato che scopre l’acqua per la prima volta

La gioia di Tuffy, l'orso della luna che ha trovato una nuova vita.

Oggi vogliamo raccontarvi una storia a lieto fine, che riguarda un orso di nome Tuffy. Il simpatico animale che potete vedere nel video qui sopra ha trascorso ben 9 anni della sua vita in un luogo di cui molte persone non immaginano l’esistenza. Tuffy era un orso della luna, ovvero un orso che veniva sistematicamente torturato in una delle “fattorie della bile” che si trovano in Vietnam, ovvero degli allevamenti intensivi di orsi tibetani, dove gli animali vengono rinchiusi in gabbie piccolissime e vengono usati per prelevarne la bile, ingrediente comunemente usato nella medicina tradizionale cinese.

Si tratta di una pratica disumana, che provoca enorme sofferenza agli animali, costretti a vivere in gabbie piccolissime, senza la possibilità di muoversi, spesso privati degli artigli e dei denti, in modo che non possano fare del male a se stessi o agli altri. La loro non può essere definita “vita”. Tuffy ha subito tutto questo per nove lunghi anni, fino a quando non è stato salvato e portato in un santuario per gli animali.

L'orso è stato innanzitutto curato da un veterinario. La cistifellea era così gravemente danneggiata che doveva essere rimossa. Inoltre, l'animale aveva tre denti fratturati che dovevano essere rimossi, e le zampe erano ferite e doloranti. Dopo le cure, i volontari di Animal Asia hanno deciso di portare l’orso nella sua nuova casa: un bellissimo, grande recinto con una piscina dove poteva tuffarsi e nuotare. La gioia di Tuffy mentre gioca nella piscina fa ben intuire quanto gli sia mancato vivere all’aria aperta, come dovrebbero fare tutti gli animali del mondo.

Durante l'anno successivo, Tuffy ha ripreso le forze, e continua a godersi la sua libertà. Adesso vive in uno spazio insieme ad altri 15 orsi della luna dal passato difficile, ed ama moltissimo socializzare. Per questo bellissimo orso c’è stato un lieto fine, ed a quanto pare il governo vietnamita avrebbe anche annunciato che gli “allevamenti della bile” saranno completamente smantellati entro il 2020. Non possiamo che augurarci che sia davvero così!

 

via | NewsAnimalChannel

  • shares
  • Mail