Violenza sugli animali, la LAV in piazza con #ChiMaltrattaPaga

La LAV contro la violenza sugli animali lancia nelle piazze italiane la campagna #ChiMaltrattaPaga.

#ChiMaltrattaPaga

La LAV ha già denunciato le carenze della legge 189/04 per quello che riguarda la violenza sugli animali. È una legge vecchia di 15 anni e se all'epoca era una delle più innovative a livello europeo, oggi bisogna compiere un ulteriore passo in avanti. Con questa legge è stato inserito nel Codice Penale il reato di maltrattamento, che prima era punito con una contravvenzione a delitto. È stata prevista la prigione per i reati più gravi e i combattimenti tra cani sono diventati perseguibili.

Un buon passo in avanti, che si può ancora migliorare per tutelare gli animali. Anche perché nel 2017 sono stati aperti 26 fascicoli al giorno per reati contro gli animali, uno ogni 55 minuti, (circa 9500 l’anno). Ogni 90 minuti circa è stata indagata una persona. La LAV ha scritto una petizione che nei fine settimana del 30 marzo e del 6 aprile 2019 sarà presente in numerose piazze italiane per raccogliere firme per dire basta alla violenza sugli animali.

Ti aspettiamo nei fine settimana del 30 marzo e del 6 aprile per questa nuova battaglia dalla parte degli animali. Firma la petizione e scegli l’uovo di Pasqua LAV, in cioccolato extrafondente e biologico (Altromercato): quest’anno completamente rinnovato e più buono che mai!

Sarà anche l'occasione per comprare l'uovo di Pasqua il cui ricavato è destinato ai progetti della LAV. E inoltre fotografando l'uovo e andando dal 30 marzo al 28 aprile 2019 nei negozi della Bottega Altromercato o sul sito Altromercato.it, si potrà ottenere uno sconto del 10% su tutti i prodotti animal free per un acquisto minimo di 20 euro, mostrando la cartolina LAV o inserendo online il codice LAV2019.

Qui trovate tutte le piazze italiane dove firmare per la petizione della LAV.

  • shares
  • Mail