Aglio e cipolla sono tossici per il cane?

Ecco perché non è una buona idea dare aglio e cipolla al cane. E anche al gatto se è per questo.

Cane: aglio e cipolla tossici

Ne abbiamo già parlato in passato anche in relazione al gatto, ma meglio ribadire ancora una volta perché sarebbe meglio non dare aglio e cipolla al cane. E anche al gatto se è per questo. Il fatto è che ogni volta che scrivi un articolo del genere, puntuale arrivano le risposte del tipo "Ma sì, l'ho sempre dato e non è successo niente" o "Ma non è vero, in piccole quantità si può dare, che male vuoi che faccia?". Il problema è che tutti coloro che rispondono così non hanno mai dovuto curare un cane o un gatto avvelenato da aglio o cipolle, non hanno mai visto gli effetti devastanti di un'anemia emolitica provocata da questi alimenti. Se lo avessero fatto, non parlerebbero con così tanta leggerezza di questo argomento.

Perché aglio e cipolla non si danno agli animali?

Tutti i membri della famiglia Allium (quindi cipolle, aglio, porro e erba cipollina), contengono una sostanza chiamata N-propyl disulfide. Questa sostanza è in grado di lisare i globuli rossi provocando un'anemia emolitica fulminante. Un'anemia del genere provoca velocemente insufficienza multiorgano e morte.

L'avvelenamento avviene se i prodotti sono freschi, cotti o in forma secca, come accade nelle spezie. Inoltre aglio e cipolla possono provocare anemia anche quando vengono consumate piccole quantità per lunghi periodi di tempo, non è necessario ingerire una dose massiccia tutta in una volta. Questo per contestare chi sostiene che poco non ha mai fatto male.

Anche prodotti come integratori, succhi, zuppe o altri preparati contenenti cipolle e aglio possono provocare sintomi. I sintomi dell'avvelenamento da cipolla o aglio possono comparire velocemente, entro un giorno dal consumo se sono state ingerite grosse quantità o dopo giorni se il consumo è stato graduale. Come sintomi di avvelenamento da cipolla e aglio abbiamo:

  • abbattimento
  • debolezza
  • letargia
  • atassia
  • mucose pallide
  • anemia emolitica
  • vomito
  • diarrea
  • tachicardia
  • tachipnea
  • urina rossa o marrone
  • scialorrea

Cosa fare se il cane hanno mangiato aglio e cipolla?

La prima cosa da fare è non dare aglio e cipolla al proprio cane, anche in dosi minime abbiamo visto che la somministrazione prolungata può provocare i sintomi. Se il vostro cane li ha ingeriti accidentalmente, contattate subito il vostro veterinario e portatelo da lui. A casa non potete trattare un avvelenamento, non potete farlo in medicina umana e tanto meno in quella veterinaria. A seconda del caso il veterinario provvederà a indurre il vomito (solo se l'ingestione è avvenuta da meno di 30 minuti, dopo non ha più senso perché ormai il bolo alimentare è passato oltre lo stomaco), lavanda gastrica, farmaci per indurre il vomito, terapia fluida per via endovenosa per stabilizzare il paziente e ossigenoterapia con trasfusione di sangue nei casi gravi.

Se trattato per tempo, il cane si potrà salvare. Ma se avete temporeggiato e aspettato troppo a portarlo dal veterinario, ecco che la prognosi è peggiore.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail