Polipi rettali nel coniglio: cause, sintomi e terapia

Anche i conigli possono soffrire di polipi rettali. Ecco cause, sintomi, diagnosi e terapia.

Coniglio

Lo sapevate che anche i conigli possono sviluppare polipi rettali? Di solito siamo abituati a pensare ai polipi rettali nei cani e nei gatti, ma anche i conigli possono sviluppare questa patologia. Di per sé non sono gravissimi, solo che in effetti possono provocare sanguinamenti e problemi nel defecare, cosa assolutamente da evitare nei conigli. Ecco dunque che oggi andiamo a vedere cause, sintomi, diagnosi e terapia dei polipi rettali nei conigli.

Polipi rettali nei conigli: cause e sintomi

Diciamo subito che i polipi rettali nei conigli sono descritti con una certa frequenza in questa specie, anche se onestamente a livello ambulatoriale non è che capitino così di frequente. Anche se probabilmente dipende anche dal numero di conigli che capitano in visita: magari veterinari esperti di esotici, che visitano un maggior numero di conigli rispetto ad un veterinario che fa cani e gatti, ne vedono decisamente di più.

Solitamente questi polipi rettali nel coniglio sono papillomi benigni, quindi tumoretti benigni che non provocano metastasi. Non sempre provocano sintomi, a volte si nota semplicemente un peduncolo di tessuto che sporge occasionalmente dall'ano, ma che non è detto che causino sintomi.

Quando magari sono un po' più grossi o posizionati in maniera particolare, come sintomi possono provocare:

  • sanguinamento
  • irritazione
  • fastidio durante la defecazione
  • difficoltà durante la defecazione

Polipi rettali nei conigli: diagnosi e terapia

La diagnosi di polipi rettali nel coniglio avviene a seguito di visita clinica ed evidenziazione del polipo. Per stabilire che sia un polipo, è necessario un esame citologico e magari una conferma istologica dopo asportazione chirurgica.

Per la terapia, l'unica possibile è la chirurgia, con la terapia medica non ritornano indietro. La chirurgia consiste nel legare la base peduncolata del polipo e asportarlo chirurgicamente in sedazione. Una volta rimosso, sarà possibile effettuare un esame istologico per confermare la benignità della lesione.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail