Maldive: ragazzo disabile lancia l’allarme e salva delle tartarughe marine

Un giovane disabile italiano ha fatto salvare quattro tartarughe marine rimaste incastrate in delle reti. Ecco la sua incredibile storia.

tartarughe marine

Nei giorni scorsi, un diciannovenne disabile di nome Simone Di Mario ha salvato la vita di quattro tartarughe marine che erano rimaste imprigionate in delle reti e della plastica. I fatti sono avvenuti mentre il giovane si trovava in vacanza alle Maldive insieme alla madre, Antonella Bonamoneta, e per l’esattezza i due si trovavano nell’isola di Dhidhdhoo.

Il ragazzo stava tornando da un’escursione in un’isola deserta, organizzata insieme alla madre e ai ragazzi dell'associazione North Maldives, che sostiene l'ecoturismo. A un certo punto, Simone si è accorto della presenza di un groviglio galleggiante, ed ha segnalato la cosa allo staff, che si è ben presto reso conto che, in realtà, imprigionate nel groviglio di reti vi erano ben quattro tartarughe marine, della specie lepidochelys olivacea.

Le tartarughe erano rimaste incastrate ed erano prive di forze, per i vani tentativi di liberarsi dalle reti. Se non fosse stato per la segnalazione del giovane ragazzo romano, questi quattro animali sarebbero senza dubbio morti.

A raccontare i fatti è stata la mamma di Simone, che spiega:

I nostri accompagnatori maldiviani hanno lavorato duramente, tagliando reti e plastica con i coltelli per liberare le tartarughe, è stato difficilissimo, ma alla fine siamo riusciti a liberarle tutte e quattro. L'ultima l'abbiamo dovuta issare a bordo per togliere gli ultimi legacci e poi l'abbiamo liberata in acqua. Aver fatto qualcosa di concreto per l'oceano è stata un'esperienza straordinaria.

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail