9 razze di gatti che perdono poco pelo

Vi piacciono i gatti, ma avete problemi col pelo che svolazza dappertutto? Ecco nove razze di gatti adatte a voi.

Molte persone amano i gatti, ma non tollerano di vedere i loro peli appiccicarsi a ogni cosa. E poi ci sono le persone allergiche al pelo del gatto (anche se qui il problema è una proteina contenuta nella saliva del gatto e che il micio spalma sul pelo quando si toeletta). Se volete un gatto, ma non volete pelo ovunque ci sono alcune razze di gatti che perdono pochissimo pelo (o nessun pelo se parliamo di razze nude). Una precisazione doverosa, però: se siete allergici al pelo del gatto, convivere con una di queste razze potrebbe non risolvere i vostri problemi. Questo perché, come dicevamo prima, la proteina FelD1 la si trova nella saliva del gatto.

Razze di gatti che perdono poco pelo

Ecco nove razze di gatti che perdono poco pelo:

  1. Sphinx: il più famoso fra i gatti nudi, lo Sphinx è un gatto glabro. In realtà ha i follicoli piliferi, solo che i peli che ne nascono sono molto fini e sottili, praticamente invisibili. Tuttavia non pensiate che lo Sphinx sia un gatto di facile manutenzione: certo, avete evitato il problema del pelo, ma talvolta la loro pelle si presenta più grassa della media lasciando fastidiosi aloni su divani e vestiti. Inoltre devono essere toelettati regolarmente e non dovrebbero uscire di casa, l'esposizione al sole potrebbe causare dermatiti
  2. Siamese: nonostante il Siamese possa sembrare più vaporoso rispetto ad altre razze, è un gatto che tende a perere poco pelo. Il pelo è corto, quindi non richiede un'eccessiva manutenzione
  3. Bobtail giapponese: il Bobtail giapponese è un altro gatto che perde pochissimo pelo. Una volta rimosso il pelo morto con un pettinino a maglie strette, il gioco è fatto
  4. Devon Rex: il Devon Rex è un gatto ipoallergenico e che perde pochissimo pelo. Il suo mantello corto e riccio fa sì che sparga in giro pochi peli
  5. Gatto Orientale Shorthair: l'Oriental Shorthair è imparentato con il Siamese, quindi come lui perde poco pelo. Il mantello è corto, liscio e richiede poca manutenzione. Tuttavia amano essere al centro dell'attenzione
  6. Cornish Rex: come il Devon Rex, il Cornish Rex ha mantello corto e ondulato, che fa sì che cadano pochissimi peli
  7. Blu di Russia: nonostante il Blu di Russia sembri un piccolo batuffolo di pelo, in realtà ne perde pochissimo. A parte la muta due volte all'anno, per il resto sono facili da mantenere puliti. I peli sono morbidi e spessi, ma anche corti
  8. Sacro di Birmania: ok, il Sacro di Birmania è un gatto dal folto mantello, quindi verrebbe da pensare che non sia la razza ideale da inserire in questo elenco. E invece no: la loro folta pelliccia rimane costante, non perdono più pelo rispetto ad altre razze. Ed essendo un pelo lungo, paradossalmente è più facile rimuoverlo da vestiti e divani
  9. Siberiano: i gatti Siberiani sono grandi e soffici, quindi apparentemente sembrerebbero perdere tanto pelo. Invece no: il mantello è lungo e pesante, ma molto stabile. Tuttavia devono essere regolarmente pettinati in modo che la pelliccia non si infeltrisca. Inoltre sono anche ipoallergenici

Via | Bustle

Foto | iStock

  • shares
  • Mail