Quali sono gli animali invertebrati?

Cosa si intende quando si parla di animali invertebrati? Quali sono i più comuni?

Con il termine di animali invertebrati si intendono quegli animali senza colonna vertebrale: pensate che il 97% delle specie viventi della Terra fa parte degli invertebrati. Il termine venne ideato da Jean-Baptiste De Lamarck ed esclude anfibi, pesci, rettili, uccelli e mammiferi, in quanto tutti dotati di colonna vertebrale. Parlando di classificazione zoologica, in passato gli invertebrati venivano considerati un sottoregno del regno Animali, quando tale regno era suddiviso fra invertebrati (inclusi i protozoi) e vertebrati. Tuttavia, oggi, la classificazione è stata modificati: gli invertebrati pluricellulari sono classificati in più di 56 phyla differenti. Si va da organismi semplici come le spugne, fino ad animali più complessi come artropodi e molluschi.

Storia ed evoluzione degli invertebrati

Non si sa esattamente come, ma pare che gli invertebrati siano stati i primi animali ad evolversi. I loro antenati erano microrganismi unicellulari che, ad un certo punto, si trasformarono in organismi pluricellulari. I primi fossili di invertebrati che abbiamo risalgono al tardo Precambriano. All'inizio dell'era Cambriana, poi, ci fu un'accelerazione dell'evoluzione andata nota come Esplosione Cambriana. Qui apparvero animali a corpo molle come le meduse e altri dotati di gusci protettivi.

Proprio durante l'Esplosione Cambriana comparvero tutti i phyla degli invertebrati moderni. Ci sono due grandi gruppi:

  • molluschi-anellidi-artropodi
  • echinodermi-cordati (da questi derivano poi i vertebrati)

Invertebrati: caratteristiche principali

Gli invertebrati, oltre a essere sprovvisti di colonna vertebrale, hanno anche altre caratteristiche particolari. Non hanno uno scheletro osseo, anche se alcuni hanno un esoscheletro. Artropodi, molluschi e echinodermi hanno una protezione esterna, mentre vermi, cnidari e poriferi non ce l'hanno. Inoltre non hanno una bocca propriamente detta. Alcuni invertebrati da adulti assomigliano a delle piante e sono stanziali, cioè trascorrono tutta la vita nello stesso posto. Altri, invece, si muovono. Tendenzialmente sono di piccole dimensioni.

I sei gruppi principali di invertebrati sono:

  • poriferi: spugne
  • celenterati: meduse (cnidari) e coralli
  • echinodermi: ricci e stelle di mare
  • molluschi: vongole, seppie, polpi, lumache e chiocciole (bivalvi e gasteropodi hanno un guscio esterno, mentre i cefalopodi come polpi e calamari hanno un guscio interno)
  • anellidi: vermi, lombrichi e sanguisughe
  • artropodi: insetti, aracnidi e crostacei

Elenco di invertebrati

Ecco un elenco di alcuni invertebrati comuni:

  • mosca
  • moscerino
  • zanzara
  • ape
  • vespa
  • calabrone
  • ragni
  • farfalla
  • grillo
  • cavalletta
  • formica
  • libellula
  • scorpione
  • polpo
  • medusa
  • riccio di mare
  • vongola
  • cozza
  • ostrica
  • calamaro
  • seppia
  • granchio
  • aragosta
  • astice
  • lumaca

Foto | iStock

  • shares
  • Mail