Ameloblastoma della mandibola nei roditori: cause, sintomi e terapia di questo tumore

Vediamo la descrizione dell'ameloblastoma della mandibola nei roditori, dando uno sguardo a cause, sintomi, diagnosi e terapia di questo tumore.

Topo di campagna

Lo studio dal titolo "Ameloblastoma of the Jaw in Three Species of Rodent: a Domestic Brown Rat (Rattus norvegicus), Syrian Hamster (Mesocricetus auratus) and Amargosa Vole (Microtus californicus scirpensis)", Murphy B et al. J Comp Pathol. 2017 Aug - Oct; 157 (2-3): 145-149 ci svela qualche cosa di più su un tumore che può colpire i roditori: parliamo di cause, sintomi, diagnosi e terapia dell'ameloblastoma della mandibola nei roditori. Con il termine di ameloblastoma di intende un tumore della mandibola.

Ameloblastoma della mandibola dei roditori: qualche informazione

Lo studio in questione ha preso in esame le cartelle cliniche di tre roditori in cui è stata confermata la diagnosi di ameloblastoma della mandibola. I tre roditori in questione erano:

  • ratto (Rattus norvegicus)
  • topo di campagna (Microtus californicus scirpensis)
  • criceto siriano (Mesocritetus auratus)

Questo studio è importante perché è la prima volta che in veterinaria viene descritta una forma di carcinoma ameloblastico maligno negli animali ed è anche la prima volta che un ameloblastoma viene descritto in un criceto e un topo. Quindi vuol dire che anche se un determinato tumore non si è mai visto prima in un animale, non vuol dire che prima o poi un qualche caso non si manifesti.

In linea generale l'ameloblastoma è un tumore localmente molto aggressivo. Prende origine dall'epitelio odontogenico della gemma dentale. Solitamente l'ameloblastoma viene considerato localmente aggressivo, ma benigno. Tuttavia ogni tanto capita che si sviluppi in una forma maligna con metastasi a distanza e anche atipice citologiche. In questo caso si parla di carcinoma ameloblastico maligno.

Che è quello che è successo al ratto dello studio: ha sviluppato una forma di carcinoma ameloblastico maligno con già anche metastasi ai linfonodi sottomandibolari.

Cosa vuol dire?

Se vedete una massa a livello mandibolare nei vostri roditori, la cosa che dovete fare è portarli dal vostro veterinario esperto di esotici per capire se quella massa sia una cisti, un ascesso o un tumore. Nel caso si trattasse di un tumore, starà al veterinario valutare se sia asportabile o meno e questo basandosi sulla diagnosi citologica, sull'invasività locale del tumore, sullo stato di salute dell'animale e sulla presenza o meno di metastasi. Se infatti sono già presenti metastasi, non ha senso andare ad accanirsi sul voler togliere a tutti i costi il tumore primario.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

Via | Journal of Comparative Pathology

  • shares
  • Mail