Infiammazione epiglottide cane e gatto: cause, sintomi e terapia

Quali sono le cause di un'infiammazione dell'epiglottide nel cane e gatto? E come si cura?

Cane Dalmata sbadiglia

Prima di parlare di infiammazione dell'epiglottide nel cane e gatto, vediamo che cos'è l'epiglottide. L'epiglotide o cartilagine epiglottide è una struttura cartilaginea impari e mediana. Fa parte delle principali cartilagini della laringe. Più nel dettaglio, è lo scheletro della piega ricoperta di mucosa che separa la base della lingua dalla cavità della laringe. E' fondamentale che l'epiglottide funzioni perfettamente in quanto altrimenti il cibo riuscirebbe a entrare in trachea e a raggiungere i polmoni. Ma andiamo a vedere cause e sintomi di un'infiammazione dell'epiglottide nel cane e gatto.

Infiammazione epiglottide cane e gatto: cause e sintomi

In realtà in medicina veterinaria è difficile trovare una sola infiammazione dell'epiglottide del cane e gatto. Infatti nei nostri animali, solitamente, si hanno infiammazioni diffuse di faringe e laringe, con faringiti e laringiti. Cause virali, batteriche, immunomediate, traumatiche, da sostanze irritanti, da corpi estranei possono portare a infiammazioni generalizzate di questa regione.

I sintomi sono relativi solitamente alla difficoltà di deglutizione: il dolore provocato dal "mal di gola" farà sì che l'animale voglia mangiare, ma si allontani dal cibo perché sa che proverà dolore quando manderà giù il cibo. Quindi avremo comportamenti di disfagia e anoressia. In alcuni casi potrebbe essere presente febbre, scialorrea e presenza di placche o aree infiammate localizzate. La gola apparirà arrossata e l'animale proverà fastidio all'apertura della bocca.

Una particolare menzione spetta alla retroversione dell'epiglottide nel cane (ER). Non ci sono molti studi inerenti questa malattia. Si sa solo che solitamente ne sono affetti cani di taglia piccola, di età media o anziani. Come sintomi si hanno dispnea e stridore. Nella maggior parte di questi si hanno altre patologie concomitanti delle vie aree superiori (spesso anche precedenti al fatto acuto).

Infiammazione epiglottide cane e gatto: diagnosi e terapia

La terapia dell'infiammazione dell'epiglottide nel cane e gatto sarà impostata sia nella cura immediata dei sintomi, sia nella terapia della causa scatenante. A seconda della presentazione, il veterinario prescriverà combinazioni di antibiotici e antinfiammatori. Difficile l'uso di prodotti topici, solitamente si interviene per via sistemica.

Ovviamente nel caso ci fossero corpi estranei, questi andranno rimossi, eventualmente in sedazione. Se ci fossero episodi ripetuti di infiammazione, anche con formazione di placche localizzate, è possibile effettuare biopsie in sedazione per avere un riscontro istologico e stabilire la natura delle lesioni.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail