Piccolo di cicogna salvato dall’Oipa: era rimasto incastrato fra i tralicci dell’Enel

Un piccolo di cicogna è stato salvato grazie all’intervento dell’OIPA di Pavia, dei Vigili del Fuoco e degli operatori dell’Enel.

Piccolo di cicogna

Un piccolo di cicogna che era rimasto incastrato vicino ai cavi dell’alta tensione di un traliccio è stato salvato nei giorni scorsi grazie all’intervento delle guardie zoofile dell’OIPA di Pavia, dei Vigili del Fuoco e degli operatori dell’Enel.

I fatti sono accaduti durante la notte, quando il piccolo è caduto dal nido (posizionato proprio in cima al pilone), e non è più riuscito a liberarsi dalla griglia di sicurezza in cima al traliccio, che era stata posizionata proprio per facilitare la costruzione dei nidi per le cicogne.

L’intervento di salvataggio è durato circa tre ore e si è svolto durante la notte. A rendere tutto più difficoltoso è stato il fatto che il povero piccolo era molto spaventato, e quindi si dimenava molto. Inoltre, non solo erano presenti i cavi dell’alta tensione, ma l’altezza a cui si trovava l'animale ha reso le cose ancor più difficili da gestire.

Fortunatamente però il piccoletto è stato portato in salvo (anche grazie all'intervento dei tecnici dell’Enel che hanno tolto la corrente elettrica per garantire la massima sicurezza durante le operazioni).

Adesso il piccolo di cicogna (che incredibilmente non ha riportato nessuna lesione) è stato portato in un CRAS (Centro Recupero Animali Selvatici), dove è stato visitato e dove verrà cresciuto per poi essere liberato in natura, una volta che sarà diventato autosufficiente. Non possiamo che augurare tanta fortuna a questo piccolo pennuto!

via | Guardiecoofile
Foto da Facebook

  • shares
  • Mail