Cani obesi, conseguenze anche sui livelli di irritabilità?

Cani obesi, conseguenze: un recente studio svela che l'obesità influisce sull'irritabilità degli animali.

Cani obesi

Cani obesi, conseguenze anche sul carattere degli animali che soffrono di obesità? Secondo un recente studio potrebbe essere possibile. Anzi i ricercatori hanno associato un peso troppo elevato a livelli di irritabilità maggiori nei nostri migliori amici.

Le conseguenze dell'obesità nei cani non andrebbero mai sottovalutare. Come non dovremmo mai farlo negli esseri umani. Altrettanto importante è capire perché il cane è estremamente in sovrappeso, per capire cosa non ha funzionato dal punto di vista dell'alimentazione e del movimento o se ci sono possibili malattie in atto. E da qui agire per intervenire.

Una recente ricerca scientifica condotta per Channel 4 su un campione di più di 11.000 cani di 80 razze diverso, pare proprio che sovrappeso e obesità possano anche influire su comportamenti non idonei di Fido. In particolare gli animali esaminati sono risultati aggressivi nei confronti delle persone che non conoscevano, nei confronti di altri cani e, talvolta, anche nei confronti dei membri della famiglia, quando si trattava di mangiare e quindi di difendere la propria ciotola o quello che il cane obeso voleva mangiare.

I ricercatori hanno sottolineato anche che in passeggiata erano sempre nervosi, in ansia, che avevano difficoltà a relazionarsi con altri cani, non obbedivano, avevano problemi a reagire quando venivano chiamati, abbaiavano troppo, ringhiavano e mordevano.

Tutti comportamenti sui quali bisogna intervenire il prima possibile. Sia perché l'obesità è una malattia che va assolutamente curata. Sia per placare l'irritabilità che proprio il cibo o il troppo cibo potrebbe scatenare nei nostri migliori amici a quattro zampe. Il comportamentalista Vieri C. Timosci, meglio noto come Dr. Dog, spiega:

Purtroppo tali problematiche non si risolvono da sole anzi, nel tempo peggiorano. Premesso che esistono anche patologie che portano al sovrappeso o all’obesità, come ipotiroidismo, insulinoma e sindrome di Cushing, è dovere di noi proprietari fare in modo che il nostro migliore amico mantenga il suo peso forma, assicurandogli uno stile di vita dinamico e una sana alimentazione, come quella, ad esempio, studiata dai medici veteriari di Hill’s denominata ‘Prescription Diet Metabolic’, una svolta nutrizionale, provata clinicamente sia per riattivare il metabolismo, permettendo una perdita di peso sicura, che per mantenere il peso raggiunto: il 96% dei proprietari ha dichiarato che con questa dieta i loro cani hanno perso peso in casa, come risulta dai dati dell’archivio dell’azienda.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail