Modena: il gatto Silvestro ucciso da un vigile urbano

Silvestro, il gatto mascotte di Nonantola (Modena) è stato ucciso per sbaglio da un vigile urbano.

gatto Silvestro

Nei giorni scorsi un vigile urbano di Nonantola (in provincia di Modena) ha accidentalmente ucciso Silvestro, il gatto mascotte dell'intero Paese. In quel momento l’agente era fuori servizio, e non avrebbe neanche dovuto trovarsi nella zona in cui è stato ucciso il povero micio, poiché era all’interno della Ztl.

Silvestro, gatto amatissimo in tutto il Paese, dove era considerato una vera e propria mascotte (soprattutto dai nonantolani del centro), è morto mentre stava attraversando la strada nei pressi del municipio, e l’accaduto ha suscitato una “sollevazione popolare” sui social network, dal momento che l’agente non avrebbe dovuto trovarsi li in quel momento.

Nei confronti del vigile urbano è scattata una multa di 58 euro (per essere entrato in zona traffico limitato con l’auto privata e senza permesso), oltre a un procedimento disciplinare per aver ucciso accidentalmente il povero micio.

La sindaca Federica Nannetti ha commentato in modo duro quanto accaduto:

Al di là del dispiacere per Silvestro, che era il gatto del municipio e dei commercianti, non si può passar sopra alla condotta dell’agente: un pubblico ufficiale dovrebbe dare l’esempio e non violare le stesse norme che deve far rispettare. Oltre alla normale sanzione chiederò per il vigile anche un provvedimento disciplinare.

Per Silvestro sono state organizzate delle vere e proprie esequie pubbliche, alle quali hanno preso parte tutti coloro che conoscevano e che si erano affezionati al micio. Inoltre, sembra che all’interno dell’area verde “Perla Verde”, dove il micio è stato seppellito, potrebbe presto essere realizzata una statuetta per ricordarlo.

via | Il resto del Carlino
Foto da Facebook

  • shares
  • Mail