Ritardato svuotamento gastrico nel cane e gatto: cause, sintomi e terapia

Fra i disturbi della motilità gastroenterica nel cane e gatto, abbiamo anche il ritardato svuotamento dello stomaco. Ecco cause, sintomi, diagnosi e terapia.

Cane gatto

I disturbi della motilità gastroenterica nel cane e gatto possono essere diversi e interessare diversi organi. Spesso si assiste ad un ritardato svuotamento gastrico da cause funzionali (quindi non da corpi estranei o ipertrofia pilorica, per esempio: in questo caso si parlerebbe di cause meccaniche): andiamo dunque a scoprire quali siano queste cause, i sintomi, la diagnosi e la terapia del ritardato svuotamento gastrico nel cane e gatto.

Ritardato svuotamento gastrico nel cane e gatto: cause e sintomi

I disordini funzionali che portano ad un ritardato svuotamento dello stomaco (anche noto come gastroparesi) derivano da alterazioni della funzionalità del comparto neurologico, della muscolatura liscia o anche da problemi di coordinazione fra antro, piloro e duodeno. Diciamo che il ritardato svuotamento gastrico è una delle cause principali di vomito con anoressia in cani e gatti.

Le cause di ritardato svuotamento gastrico nel cane e gatto sono diverse:

  • conseguenza in cani guariti dalla dilatazione/torsione di stomaco
  • gastriti infettive e infiammatorie
  • ulcera gastrica
  • disturbi elettrolitici
  • malattie metaboliche
  • alcuni farmaci (oppiacei, anticolinergici e agonisti beta-adrenergici)
  • stress acuto
  • peritonite acuta

I sintomi del ritardato svuotamento gastrico nel cane e gatto sono:

  • vomito di cibo indigerito o parzialmente digerito anche a più di 10 ore di distanza dal pasto
  • vomito cronico (spesso con ipokaliemia)
  • stomaco disteso
  • nausea
  • anoressia
  • emissioni di gas
  • polidipsia
  • dimagramento
  • pica

Ritardato svuotamento gastrico nel cane e gatto: diagnosi e terapia

La prima cosa da fare, in caso di ritardato svuotamento dello stomaco nel cane e gatto, è escludere la presenza di ostruzioni meccaniche, per esempio corpi estranei. Una volta esclusi questi, bisognerà accertare tramite esami specifici se ci sia un ritardo nello svuotamento dello stomaco, quindi pasto opaco con radiografie, ecografia addominale e TC.

Per quanto riguarda la terapia, di solito si parte modificando la dieta e somministrando agenti procinetici che agiscano sullo stomaco. Per facilitare lo svuotamento gastrico, bisogna somministrare diete liquide o semi-liquide, con poche proteine e lipidi (perché ci mettono più tempo a uscire dallo stomaco), facendo pasti piccoli e frequenti. I cibi devono essere almeno tiepidi, senza ustionare le mucose, ma mai freddi.

Se con la sola dieta non si ottengono miglioramenti, ecco che si procede con l'abbinare farmaci procinetici come cisapride, metoclopramide e ranitidina.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail