Roma: stop alle botticelle in città, da ora solo nei parchi

Le botticelle di Roma saranno spostate nei parchi e non più in piazza.

Dopo le polemiche scoppiate nelle ultime settimane, si è giunti alla conclusione che le botticelle romane, ovvero il servizio di piazza con i cavalli, dovrà essere spostato dalle strade ai parchi o alle riserve naturali.

A renderlo noto è stato il Movimento 5 Stelle, che ha spiegato che in caso di manifestazioni pubbliche di carattere religioso culturale, storico e di tradizione popolare, sarà lo stesso Comune a decidere se rilasciare la licenza o meno. Inoltre, le botticelle potranno continuare a prestare servizio solo nelle località e nei periodi di tempo in cui sarà effettivamente consentito.

Sembra dunque che si stiano facendo dei passi in avanti su una questione che infiamma gli animi degli animalisti da diversi anni, e in particolar modo nelle ultime settimane. Costringere i cavalli a prestare servizio durante l’estate, quando le temperature raggiungono picchi davvero elevati, è infatti davvero pesante per i poveri animali, e per questa ragione gli attivisti si sono battuti per proteggerli da un simile trattamento.

Ovviamente i Comuni, che hanno una conoscenza specifica del territorio, tramite deliberazione di giunta, potranno riconvertire le licenze in altri titoli autorizzativi per servizi taxi e di noleggio con conducente.

In questo modo, spiega il M5S, sarà possibile tutelare la sicurezza e il benessere degli animali che vengono impiegati per il trasporto di piazza, oltre all'incolumità delle persone e alla sicurezza della circolazione stradale. Grazie a questi provvedimenti sarà infine garantita l'occupazione per coloro che lavorano in questo settore.

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail