Coniglio che collassa: cause, sintomi e cosa fare

Ecco le principali cause di collasso nel coniglio e cosa fare in questi casi.

Coniglio

Dal punto di vista veterinario, il coniglio è un animale molto particolare. Rispetto a cani e gatti che tendono a manifestare in diverso modo segni di malattia o dolore, il coniglio, essendo un animale preda, ha imparato a mascherare tali segni. La conseguenza negativa, però, è che spesso in ambulatorio capita di vedere conigli con malattie di grado molto avanzato, praticamente terminali, ma in cui i sintomi sono comparsi da pochissimo. In realtà erano malati probabilmente da tempo, solo che hanno sempre nascosto i loro problemi. Ecco che allora oggi andremo a vedere quali siano le principali cause di collasso nel coniglio: come vedremo, si tratta in generale di malattie piuttosto serie.

Magari a prima vista il coniglio collassa e uno pensa a un colpo di calore, a un calo di glicemia, ma come vedremo parecchie gravi patologie sono correlate a un coniglio collassato.

Coniglio che collassa: cause e sintomi

Cause comuni di collasso nel coniglio sono:

  • anoressia (magari eravate convinti che stesse mangiando, ma se il veterinario riscontra un addome vuoto di feci vuol dire che erano giorni che quel coniglio non mangiava)
  • stasi e meteorismo gastrointestinale
  • problemi respiratori
  • ostruzione delle vie urinarie
  • traumatiche
  • colpo di calore
  • problemi cardiaci
  • malattie neurologiche

I conigli sotto shock hanno un più rapido scadimento corporeo rispetto ai cani, si presentano subito con sintomi e segni clinici gravi e avanzati:

  • forte abbattimento
  • incapacità di stare in stazione, stanno abbandonati su un fianco
  • mucose pallide
  • bradicardia
  • ipotermia (temperatura al di sotto dei 36 gradi)
  • estremità fredde
  • ridotta produzione di urina

Coniglio che collassa: cosa fare?

Un coniglio collassato è un'urgenza veterinaria, va subito portato dal vostro veterinario esperto di esotici. Se è arrivato a collassare, vuol dire che qualsiasi patologia abbia provocato il collasso è grave, è in uno stadio avanzato e se gli si vuole dare veramente una chance, va applicato tutto il protocollo del caso. Cosa fattibile dal veterinario, a meno che in casa non abbiate bombole per l'ossigeno e siate in grado di mettere una cannula in vena al coniglio.

Il coniglio andrà ossigenato, tenuto al caldo, reidratato. Ma questo è solo l'inizio, è la terapia d'urgenza per lo shock. Perché poi andrà ricercata la causa del collasso e risolta anche quella, altrimenti il coniglio molto probabilmente non se la caverà. Sempre che la causa sia curabile, si intende.

Una volta stabilizzato, il veterinario procederà con visita clinica ed esami, come radiografie, ecografia addominale, esami del sangue, delle urine e delle feci. Questo per cominciare a capire la causa del collasso.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail