Jack, il gatto Maine Coon salvato in extremis dall’Oipa di Treviso

Ecco Jack, un gatto di razza Maine Coon che è stato salvato in extremis dagli angeli blu dell’OIPA di Treviso.

Jack Maine Coon

Nelle scorse settimane i volontari dell’Oipa di Treviso hanno salvato in extremis un povero gattone di nome Jack. Il micio appartiene alla razza Maine Coon, e come molti animali di questa razza, soffre di una cardiopatia congenita, una malattia che è purtroppo frequente in questi tipi di gatti, a causa dell’assurda selezione fatta da allevatori senza coscienza. Se tenuta sotto controllo, la cardiopatia non causa grossi problemi all’animale, ma i proprietari di Jack non si sono premurati di farlo curare.

Il micio è stato trovato denutrito, con le costole sporgenti, e faceva fatica a reggersi in piedi e persino a respirare. Il gatto è stato condotto d’urgenza in una clinica veterinaria, e le sue condizioni erano davvero molto critiche. Il suo cuore è infatti eccessivamente ingrossato, e ciò causa una compressione dei polmoni e difficoltà respiratorie che avrebbero potuto ucciderlo.

Fortunatamente, grazie ai trattamenti Jack ha cominciato a stare meglio e le sue condizioni sono adesso stabili. Il micio mangia molto, ma per adesso fatica a prendere peso, quindi necessiterà ancora di altre cure, che i membri dell’OIPA di Treviso non intendono fargli mancare.

Oggi Jack sta ricevendo l’amore e le cure che gli sono sempre mancate, ha voglia di camminare e di vivere una vita serena e normale. Se anche voi siete rimasti colpiti dalla sua storia, e volete dargli una mano, contattate Mara Canzian, delegata OIPA Treviso, al numero di telefono 339 7760836 (dalle 19.00 alle 21.00 o SMS), o scrivete una email all’indirizzo treviso@oipa.org per scoprire come aiutare questo nostro tenero amico.

Foto da Facebook
via | Oipa

  • shares
  • Mail