Funghi nel cane: sintomi e rimedi per la micosi

Funghi nel cane: i sintomi da riconoscere subito e i rimedi per curare una micosi.

Funghi nel cane

Funghi nel cane, come riconoscere dai primi sintomi e come trattare, con i rimedi più giusti e adatti, questa micosi nei nostri amici a quattrozampe? Sicuramente è bene alle prime avvisaglie consultare il medico curante. Come negli uomini, anche negli animali con le infezioni da funghi non si scherza. Bisogna intervenire il prima possibile per curare Fido al meglio.

La micosi è una malattia topica, che si presenta quando i funghi colonizzano una zona superficiale della pelle e cominciano a riprodursi in quell'area. Il prurito è spesso molto intenso e i cani si potrebbero anche ferire da quanto si grattano per trovare sollievo. Sono diversi i parassiti che possono colpire, ma i più comuni sono il microsporum canis, il lievito e il trichophyton mentagrophytes.

Sintomi dei funghi nel cane


Riconoscere la malattia sin dai primi stadi può essere facile, perché si caratterizza sempre per alcune macchie e per un prurito che non dà adito ad altre ipotesi. In particolare i sintomi più comuni sono:


  • Prurito incessante

  • Pelle priva di pelliccia

  • Pelle squamata con forfora che può essere bianca o nera

  • Pelle infiammata, rossa, al tatto appare ruvida

  • Zone di pelliccia dal colore diverso

  • Lesioni


Rimedi e cure

Se notate questi sintomi nel cane, portatelo subito dal veterinario, che in un attimo sarà in grado di formulare la diagnosi. La zona interessata di solito va pulita con un disinfettante e vanno presi dei campioni per capire di che parassita si tratta, per attuare subito la terapia migliore.

Le micosi nei cani si curano con farmaci a base di corticosteroidi e antibiotici, che devono essere prescritti ovviamente dal veterinario e possono essere pomate o farmaci per via orale. Esistono anche cure omeopatiche o con i Fiori di Bach, ma bisogna rivolgersi a un veterinario esperto in materia.

Quando il cane ha le micosi, non lavatelo spesso, lavate le sue coperte e tutto quello che di solito usa, evitate contatti con altri animali o con bambini, perché la tigna si può trasmettere da animale a essere umano.

Foto Pexels

  • shares
  • Mail