Non è un paese per cani: il cocker assetato e la vigilessa severa

Quando il caldo si fa opprimente tutti cerchiamo refrigerio magari con una bella sorsata di acqua fresca. Sappiamo bene che i cani soffrono il caldo come e più di noi e, quindi, appena vedono anche una misera pozzanghera ci saltano dentro. Immaginatevi come può trovarsi un cane, in una giornata afosa nel mezzo di una città. E' quanto successo a Pedro, un cocker spaniel, e al suo padrone. In vacanza nella città toscana si sono messi in posa per una foto ricordo davanti alla fontana del Biancone. Intanto che il padrone di Pedro diceva "cheese" il cane, rispondendo ad un bisogno primario, si è avvicinato all'acqua per bere.

A quel punto è arrivata una vigilessa che ha staccato una multa di 160 euro perchè, a suo dire, un articolo comunale vieta che si facciano bere i cani dagli erogatori delle fontane pubbliche ad uso potabile. Il padrone di Pedro ha scritto una lettera al sindaco spiegando la situazione e chiedendo che la multa venisse annullata. L'ufficio diritti degli animali del capoluogo toscano ha prontamente risposto che, se i fatti erano come descritti, Pedro non ha commesso alcuna infrazione e la multa non andava pagata. Anche a voi è successo un episodio simile? Come vi siete comportati?

Via| La Nazione
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: