Cina: azienda che clona i gatti vuole impiantare nei cloni i ricordi dei gatti morti

Si chiama Bonkers ed è un'azienda cinese che clona gli animali. Ma ora vuole fare un passo in più: impiantare i ricordi dei gatti morti nei loro cloni.

Gatto shock

L'azienda cinese Bonkers non solo sta clonando gli animali, ma vuole fare un passo ulteriore: impiantare nei cloni di gatti i ricordi dei gatti morti. L'azienda ha spiegato che sta lavorando alla tecnologia che permetterà ai clienti non solo di creare una copia esatta del loro felino defunto, ma anche di impiantarvi i ricordi del gatto originale defunto. La Sinogene Biotechnology Company ha creato lo scorso mese il primo clone di gatto al mondo, chiedendo 29.000 sterline per il servizio. Chi clonerebbe il proprio gatto? Beh, ci sono proprietari che vorrebbero che il loro gatto fosse clonato all'infinito, in modo da permettergli di vivere insieme a loro per sempre.

Perché impiantare a un gatto clonato i ricordi del gatto defunto?

Il fatto è che i gatti clonati in laboratorio sono geneticamente identici all'originale, ma personalità e ricordi sono diversi. Tutto questo, però, potrebbe cambiare se Sinogene riuscisse a sviluppare la tecnologia che gli permetterebbe di impiantare in un animale domestico clonato i ricordi del gatto morto. Questo vorrebbe dire che il sostituto non sembrerebbe solamente il gatto originale, ma si comporterebbe proprio come lui.

Per fare in modo che l'animale clonato abbia gli stessi ricordi dell'originale, si sta prendendo in considerazione di usare l'intelligenza artificiale o la tecnologia dell'interfaccia uomo-macchina in modo da archiviare e trasmettere i ricordi degli animali clonati.

La Sinogene Biotechnology Company ha cominciato a sperimentare la clonazione dei gatti nell'agosto 2018 e nel luglio 2019 è arrivato Garlic: le cellule originali sono state prese da un gatto domestico appartenente a Huang Yu. Il gatto, morto per una malattia del tratto urinario, è stato clonato impiantando un embrione contenente il suo DNA in una madre surrogata. Huang Yu ha deciso di clonarlo perché era un gatto speciale e indimenticabile. Tuttavia Lai Liangxue ha messo in guardia: l'aspetto del clone è identico all'originale, ma non il suo carattere.

Ma è giusto pensare di poter clonare all'infinito il proprio animale?

Via | The Sun

  • shares
  • Mail