Strage di gatti randagi in Calabria

Nelle scorse settimane in Calabria è avvenuta una vera strage di gatti randagi. Ecco cosa fanno sapere gli animalisti.

Gatto randagio

Nelle scorse settimane in Calabria si è verificata una vera e propria strage di gatti randagi. A denunciarlo è stato il Movimento animalista, che ha fatto sapere che due sono gli episodi maggiormente allarmanti, e ha invitato i cittadini a schierarsi contro questo comportamento assurdo e crudele, messo in atto da persone senza cuore e senza coscienza.

Ci riferiamo a due episodi, a Catanzaro e a Lamezia Terme, in cui l'avvelenamento appare come la 'naturale soluzione' a indesiderate presenze di animali. A Catanzaro è stata rinvenuta una busta vuota di rodenticida, in una zona dove vengono abitualmente sfamati gatti randagi da volontarie. L'altro episodio a Lamezia Terme, dove sono state trovate carcasse di gatti randagi con segnali di avvelenamento

hanno fatto sapere i membri del Movimento Animalista calabrese, i quali hanno aggiunto che è auspicabile un intervento da parte delle autorità, affinché vengano condotte indagini scrupolose per individuare coloro che hanno commesso questi orribili reati.

Gli animalisti invitano inoltre i Comuni ad attivarsi affinché sensibilizzino la popolazione a rispettare maggiormente gli animali e – in particolar modo – le colonie feline. Dal canto nostro, oltre a sperare che sempre più Comuni decidano di fare qualcosa per salvaguardare i diritti degli animali randagi, non possiamo che augurarci che i colpevoli di questo assurdo e crudele gesto vengano al più presto identificati e puniti per aver ucciso degli animali innocenti.

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail