Latina, cane ridotto a pelle e ossa in catene ora cerca una famiglia

A Latina un cane ridotto a pelle e ossa è stato salvato. Aveva una catena stretta al collo. Ora cerca casa.

cane ridotto a pelle e ossa

Lo hanno chiamato Freedom. Perché ora è finalmente stato liberato. Da un destino crudele, da un passato maligno, da persone prive di scrupoli che hanno ridotto a pelle e ossa un povero cane, stringendogli una catena al collo che ormai era entrata nella sua pelle. Ma per fortuna i volontari dell'associazione Amici del Cane di Latina lo hanno tratto in salvo. E ora cercano per lui una nuova casa.

In un lungo post su Facebook del 26 settembre l'associazione racconta come ha trovato il povero cagnolino. È riuscito a scappare da chi lo teneva in trappola ed è stato trovato in via Epitaffio da una persona di buon cuore che lo ha subito portato da un medico veterinario. Le sue condizioni erano delicate. Pensate che il povero cagnolino pesa appena 5-6 chilogrammi. Magrissimo e con una catena al collo che ormai era entrata nella pelle e nei tessuti. I medici sono dovuti intervenire chirurgicamente, dopo avergli fatto l'anestesia, per liberarlo finalmente da quello strumento di tortura.

Freedom ha solo 2 anni. E ha bisogno di una casa per sempre. I volontari non si fermeranno fino a quando non avranno trovato per lui una famiglia amorevole e una casa calda che sappia accoglierlo e sappia fargli dimenticare, per quanto sia possibile, tutto quello che ha dovuto subire in questi anni. E chiedono aiuto per poter trovare chi lo ha ridotto in queste condizioni. Per fortuna ora è in buone mani, è forte e coraggioso e si sta lentamente riprendendo. Ma chi ha commesso questo vero e proprio atto di crudeltà nei suoi confronti non la può passare liscia.

È giocherellone e affettuoso, come si può voler far del male a una creatura così speciale?

Per poter avere informazioni su di lui potete contattare l'associazione Amici del Cane di Latina su Facebook o ai seguenti numeri di telefono: 0773662177, 3347740414, 3392346055.

Foto Facebook

  • shares
  • Mail