Acari nelle orecchie del cane: cause, sintomi e cura dell'otoacariasi

Anche i cani possono prendere gli acari nelle orecchie, con relativo prurito e dermatiti. Ecco cause, sintomi, diagnosi e terapia dell'otoacariasi nel cane.

Acari orecchie cane

Acari nelle orecchie del cane? Di solito siamo abituati a parlare di otoacariasi nel gatto. Tuttavia dobbiamo ricordarci che anche il cane può prendere gli acari nelle orecchie. Quando vediamo un cane scuotere la testa infastidito, solitamente pensiamo a un corpo estraneo come una spighetta (noti anche come forasacchi) o una panicarella. Oppure pensiamo a una recidiva di un'otite cronica in cani predisposti. Eppure, a volte, quasi a sorpresa ecco che saltano fuori anche gli acari dalle orecchie del cane.

Cause e sintomi degli acari nelle orecchie del cane

Gli acari che possono infestare le orecchie del cane e provocare l'otoacariasi sono gli acari Otodectes cynotis. Questi acari sono la causa della rogna otodettica sia nel cane che nel gatto. Si trasmettono molto facilmente da un animale all'altro per contatto. Solitamente sono presenti nelle orecchie dei cani, tuttavia in alcuni casi possono ritrovarsi anche a livello cutaneo.

Come sintomi dell'otoacariasi nel cane abbiamo:

  • scuotimento della testa
  • può essere colpito un solo orecchio o entrambi
  • il cane si gratta le orecchie
  • lesioni da autotraumatismo (ferite intorno alle orecchie provocate dalle unghie)
  • dermatite intorno alle orecchie
  • sovrinfezione batterica in caso di infestazioni trascurate
  • presenza di un cerume nerastro secco
  • se non curata, l'otite può creare lesioni al timpano e conseguente otite media

Diagnosi e terapia dell'otoacariasi nel cane

La diagnosi di otoacariasi nel cane viene effettuata dal veterinario dopo visita clinica e dopo aver visualizzato tramite otoscopio e esame microscopico del cerume gli acari responsabili. A quest punto, a seconda della gravità dell'otite da acari, il veterinario provvederà a prescrivervi la cura più adatta.

Per quanto riguarda gli acari, si tratta o dell'applicazione di spot-on o dell'applicazione di gocce auricolari specifiche per gli acari. Attenzione: non tutti i prodotti otologici sono attivi contro gli acari della rogna auricolare, per cui non comprate prodotti alla cieca spendendo soldi per prodotti che magari non sono adatti al vostro problema. Le gocce andranno applicate solamente se il timpano è integro.

Se presente dermatite secondaria e sovrinfezione batterica, è possibile che il vostro veterinario abbini un'adeguata copertura antibiotica.

Solitamente non è contagiosa per l'uomo, tranne in casi molto rari dove provoca al massimo un po' di dermatite pruriginosa autolimitante.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail