Donna trovata morta: aveva un pitone intorno al collo e 140 serpenti in casa

Una donna è stata trovata morta negli Stati Uniti: la vittima aveva un pitone avvolto intorno al collo.

Pitone reticolato

Nei giorni scorsi il caso di una donna trovata morta dentro un'abitazione ha destato molto clamore ad Oxford, in Indiana, negli Stati Uniti. La donna era una trentaseienne di nome Laura Hurst, ed è stata trovata senza vita e con intorno al collo un pitone reticolato di quasi due metri e mezzo.

Secondo le autorità la vittima teneva ben 140 serpenti dentro l'abitazione. Venti di questi animali erano i suoi, ed a quanto sembra insieme a lei anche lo sceriffo della contea di Benton, Don Munson, avrebbe deciso di collezionare questi strani e letali animali dentro l'abitazione appositamente dedicata a questo strano zoo.

Le autorità fanno sapere che la Hurst - che a quanto sembra aveva una grande dimestichezza con i serpenti - si era recata presso l'abitazione, dove teneva i 140 animali, e per qualche ragione avrebbe deciso di uscire uno dei pitoni dalla gabbia e di appoggiarlo intorno al suo collo.

Sembra essere stata strangolata dal pitone. Ma non lo sapremo per certo fino a dopo l’autopsia

ha spiegato Kim Riley in un'intervista rilasciata al Journal & Courier, aggiungendo che i tentativi di rianimare la ragazza si sono rivelati purtroppo del tutto inutili.

Dalle prime indagini svolge dagli agenti sembra dunque che sia stato un tragico e fatale incidente a portare alla morte questa giovane donna. I pitoni sono del resto degli animali molto particolari. Fanno parte della famiglia non velenosa di serpenti, e sono considerati alcuni dei più grandi e pericolosi serpenti del mondo.

via | Il Fatto Quotidiano

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail