Le renne della Mongolia sono in pericolo: ecco perché

I cambiamenti climatici stanno mettendo a rischio anche la vita delle renne della Mongolia. Ecco cosa spiegano gli esperti.

Renne cambiamenti climatici

Le renne della Mongolia sono minacciate da un nemico comune a moltissime specie di animali (uomo compreso), ovvero il progressivo e sempre più allarmante cambiamento del clima.

Nei monti della Mongolia c'è sempre meno ghiaccio perenne, e ciò causa un cambiamento dell’habitat delle renne, con delle conseguenze molto gravi. Ad approfondire la questione sono stati i membri dell'Università del Colorado, che hanno recentemente pubblicato un nuovo studio sulle pagine della rivista scientifica “Plos One”, dove hanno spiegato che la situazione è particolarmente grave sulle montagne Sayan della Mongolia settentrionale, al confine con la Russia.

In questo luogo i banchi di ghiaccio (noti con il nome di 'munkh mus') sono considerati fondamentali per la vita dei pastori e delle renne. I pastori e gli animali che vivono in queste zone dipendono infatti dall’acqua potabile proveniente dai ghiacciai per poter sopravvivere, ma negli ultimi decenni le temperature in questa area sono aumentate di più di 2,5 gradi Fahrenheit, e questo rapido riscaldamento ha causato gravi problemi al preziosissimo 'munkh mus'.

L'allevamento delle renne è strettamente legato al ghiaccio. Le renne sono amanti del freddo e possono surriscaldarsi quando fa troppo caldo

hanno spiegato gli autori dello studio, i quali aggiungono che, per compensare gli effetti dei cambiamenti climatici, i pastori si vedono costretti a condurre le loro greggi sul ghiaccio per dare sollievo alle renne e per evitare gli insetti della tundra.

via | Repubblica
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail