Capodanno 2020, proteggere gli animali domestici dai botti: i consigli della LAV

Questi sono i consigli della LAV in vista di Capodanno 2020 per proteggere cani e gatti da botti e fuochi d'artificio.

Cane e gatto

Dopo i consigli del Kennel Club, oggi andiamo a vedere i consigli della LAV in vista di Capodanno 2020: come proteggere gli animali domestici dai botti e dai fuochi d'artificio? Ilaria Innocenti, responsabile LAV Animali Familiari, come ogni anno ricorda ai Sindaci di emanare provvedimenti che vietino l'uso di petardi, botti e artifici pirotecnici di qualsiasi genere sul territorio comunale. Molti Comuni hanno già vietato petardi e fuochi d'artificio, ma sono altrettanto le città che non hanno ancora fatto nulla per tutelare animali domestici e selvatici. Aggiungiamo anche che, in molti casi, i Comuni emettono le ordinanze, ma sono i cittadini in primis a non rispettarli.

Secondo Ilaria Innocenti vietare i botti rappresenta un gesto di civiltà e responsabilità: per questo motivo la LAV chiede a Governo e Parlamento di promulgare una legge nazionale di divieto.

Botti, petardi e fuochi d'artificio: cosa provocano negli animali?

Gli animali, siano essi domestici o selvatici, all'udire il rumore dei botti, petardi o fuochi d'artificio si spaventano cosa che fa perdere loro l'orientamento. In particolar modo cani e gatti hanno così tanta paura che fuggono, mettendosi a rischio di incidenti stradali. Idem succede anche con gli uccelli che, spaventati, si levano in volo e finiscono con l'impattare su case e tralicci.

Un cane o gatto spaventato dai botti potrebbe manifestare di questi sintomi:

  • tremori
  • ansia
  • piagnucolii e vocalizzazioni
  • ansima
  • scialorrea
  • sbadigli
  • tentano di nascondersi ovunque
  • diventano più nervosi (a volte se molto impauriti, anche gli animali più buoni, possono mordere per la paura)
  • vomito
  • diarrea

Capodanno 2020: i consigli della LAV contro botti e petardi

Questi sono i consigli della LAV per proteggere gli animali da botti e petardi:

  1. contattate in anticipo il vostro veterinario: il che non vuol dire trovare una soluzione cinque minuti prima che partiate per festeggiare il Capodanno, avete avuto un anno di tempo per porre rimedio alla situazione
  2. identificate i vostri animali: per i cani il microchip è obbligatorio, ma potete metterlo anche ai gatti così se si perdono e vengono ritrovati possono esservi riconsegnati più facilmente. Assicuratevi sempre di aver comunicato ai Servizi Veterinari dell'Asl i vostri dati aggiornati, soprattutto numeri di telefono e indirizzi. Mettete anche una medaglietta con numero di telefono per sicurezza
  3. passeggiata durante il giorno: il 31 dicembre evitate di uscire in passeggiata col cane alle 11 di sera, quando iniziano a sparare i botti. Uscite durante la giornata e al tramonto, poi non fate più uscire il cane di casa
  4. MAI lasciare gli animali all'esterno: cani e gatti non vanno lasciati in giardino, su balconi, terrazze, nelle gabbie o nei recinti. Quando si spaventano per i botti, rischiano di riuscire a scappare anche da recinti o finestrelle, facendosi anche male. E che non vi venga in mente di legare il cane alla catena: a parte che è vietato per legge, rischia di strangolarsi per scappare
  5. create in casa una zona tranquilla: lasciate scegliere al cane quale sia la sua zona sicura in casa. Quando si rifugia lì, evitate di cercare di tirarlo fuori. Mettete piuttosto un po' di musica, lasciate del cibo a disposizione e chiudete bene finestre (serrate anche le imposte) e porte
  6. non chiudete l'animale in una stanza: rischiate che dalla paura vi distrugga quella stanza e si faccia del male. Lasciatelo libero di muoversi, nascondersi o venire da voi
  7. rimanete tranquilli: non trasmettete la vostra ansia al cane, peggiorereste la situazione. Se è impaurito e cerca continue rassicurazioni, non rinforzate questa paura coccolandolo quando trema, cercate di distrarlo offrendogli delle distrazioni. Coccolatelo quando è tranquillo in modo da insegnargli che è quello il comportamento giusto. Non sgridatelo se si avvicina a voi o vuole essere rassicurato, aumentereste la sua ansia
  8. rinforzo positivo: nel caso abbiate un cane o gatto che non ha paura dei fuochi d'artificio, rinforzate questo comportamento. Quando scoppia il botto o il petardo, dategli un bocconcino di cibo prelibato e lodatelo. In questo modo creerete l'associazione mentale positiva fra botti/premietto in cibo
  9. attenzione ai cibi: fate attenzione anche a molti cibi natalizi che sono tossici per i cani e gatti. Uva, uvetta, cioccolato, noci di Macadamia e bevande alcoliche sono tossiche per loro. Idem dicasi per decorazioni e piante natalizie come la Stella di Natale, il vischio e l'agrifoglio. Occhio anche alla neve finta per alberi di Natale e presepi
  10. cosa fare se il cane o gatto scappa? Contattate subito la Polizia Municpale, i Vigili, i Carabinieri e i Servizi Veterinari dell'Asl. Dovete fare subito denuncia di scomparsa. Avvisate anche associazioni e gattili di zona e poi uscite per cercare il vostro animale, non aspettate che siano gli altri a trovarlo per voi, impegnatevi in prima persona

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail