Calabria, il cane abbandonato trova casa nel presepe

In Calabria un cane è stato abbandonato. Ma lui ha trovato un rifugio speciale: dentro al presepe in piazza.

Cane nel presepe

Un cane arriva nel presepe. Per salvarsi da quel freddo e da quel gelo che anche Gesù Bambino potrebbe aver patito essendo nato in una mangiatoia, dal momento che i suoi genitori erano stati respinti da tutte le locande proprio nella notte in cui Maria avrebbe partorito. Questa storia di Natale ci arriva dalla Calabria, dove un cane abbandonato ha trovato rifugio proprio nel presepe.

La storia arriva da Limbadi, paese del vibonese. Qui un cane randagio, abbandonato chissà quando, senza una famiglia e senza una casa, era stanco di vivere al freddo per strada. E così ha deciso di entrare all'interno del presepe realizzato in piazza nella città calabrese. Si è piazzato in quella paglia che era stata messa intorno alla culla di Gesù Bambino. Per trovare riparo e scaldarsi un po'.

La foto è stata scattata da un uomo che passava di lì e che subito l'ha condivisa sui social network. Ovviamente lo scatto è diventato virale in breve tempo: il povero cagnolino ha trovato rifugio nel posto più adatto, la mangiatoia (o stalla) dove Maria ha dato alla luce Gesù, il figlio di Dio. Che dovrebbe essere il rifugio per tutti. Anche per i cani che vivono in strada. Sperando che anche per loro possa avverarsi il miracolo di Natale.

Ora la speranza è che, visto che la foto del povero randagio nel presepe ha fatto il giro del web e d'Italia, qualcuno decida di dargli una mano. E di trovargli una casa per sempre e una famiglia amorevole che si possa prendere cura di lui. Non solo a Natale, ma per il resto della sua vita.

Foto Facebook

  • shares
  • Mail