Zeus, il cane rapito è tornato a casa grazie agli attivisti

Zeus, il cane che era stato rapito, è tornato dalla sua mamma umana grazie all’aiuto di quindici attivisti.

Zeus

Nei giorni scorsi Zeus, un cane che era stato rapito, è tornato fra le braccia della sua mamma umana, Cassandra Rasmussen. I fatti sono accaduti quando la donna, una madre single con due figlie, ha permesso a un amico di famiglia di rimanere a dormire nella sua casa di Butte, nel Montana.

Per motivi ancora da chiarire, l’uomo ha però pensato bene di derubare l’amica e di portarle via anche il suo adorato cane Zeus, un pitbull di nove anni.

La donna ha cercato il suo cane in lungo e in largo, e fortunatamente, a pochi giorni dal Natale, Zeus è stato ritrovato. Il cucciolone si trovava a più di tremila chilometri di distanza dalla sua casa.

Il cane e il suo rapitore sono stati trovati a Nitro, in West Virginia. L’uomo è stato naturalmente arrestato per i crimini commessi, mentre Zeus è stato inizialmente affidato alla Kanawha Charleston Humane Association, che dopo aver controllato il suo microchip ha contattato subito la signora Cassandra.

Purtroppo, dal momento che pesa 33 chili, Zeus è stato ritenuto troppo grande per poter viaggiare in aereo, ma fortunatamente la vicenda è arrivata alle orecchie del team di Many Paws Volunteer Transport, un’associazione animalista che si occupa di portare gli animali dalle loro nuove famiglie adottive. L’aiuto di quindici membri del gruppo di animalisti ha dunque dato vita a una staffetta di oltre 3200 chilometri, che ha permesso a Zeus di tornare dalla sua famiglia giusto in tempo per festeggiare insieme il Natale.

Che dire? Non possiamo che essere felici che questa storia abbia avuto il suo meritato lieto fine, non trovate?

via | Il Secolo IXI
Foto da Facebook

  • shares
  • Mail