Come alimentare un cucciolo di cane orfano?

Come alimentare un cucciolo di cane orfano?

Cosa dare da mangiare a un cucciolo di cane orfano? Ecco qualche consiglio anche su cosa non dare da mangiare.

Alimentare un cucciolo di cane – C’è ancora molta confusione per quanto riguarda l’alimentazione di un cucciolo di cane rimasto orfano. Troppo spesso arrivano email o richieste di consigli sulla pagina Facebook di Petsblog relative a cosa dare da mangiare a questi cuccioli. Il problema non sono le domande, anzi, quelle sono più che lecite, il problema è che le domande sono del tipo “Ho un cucciolo di 15 giorni, mi hanno detto di dargli da mangiare questo, questo e anche quest’altro, sto facendo giusto?”. Nella maggior parte dei casi la mia risposta è un inorridito “No”, non state facendo giusto, state dando da mangiare a un cucciolo non ancora svezzato cose che non stanno né in cielo né in terra, mettendo a rischio la sua vita. Ebbene sì, perché se a un cucciolo di 15 giorni non ancora svezzato di punto in bianco passate a dare latte vaccino, crocchette (intendiamoci: non è che non vanno bene le crocchette, ma semplicemente che un cane di 15 giorni non può passare dal latte materno alle crocchette direttamente) e quanto altro vi venga in mente è probabile che gli procuriate una gastroenterite potenzialmente letale.

Cosa dar da mangiare a un cucciolo orfano?

Il problema è quando un cucciolo rimane orfano prima che lo svezzamento sia compiuto o con una madre che purtroppo non ha latte. Non prendo neanche in considerazione coloro che adottano cuccioli di 15 giorni togliendoli alla madre perché tanto gli hanno detto che potevano già farlo. Chi permette adozioni di cuccioli di età inferiore ai due mesi andrebbe segnalato subito, soprattutto chi toglie i cuccioli dalla madre prima della fine dello svezzamento.

Comunque sia, se vi trovate con un cucciolo orfano di 15 giorni, dovete per forza prendere nei negozi per animali il latte in polvere per cuccioli. Non va bene il latte vaccino (il latte che beviamo noi per essere più chiari) o il latte in polvere per neonati, ci va proprio quello per cuccioli. Se è vero che a volte si è costretti a fare uno svezzamento precoce, questo non inizia comunque mai prima delle prime tre settimane di vita. Cuccioli così piccoli vanno alimentati ogni 2-3 ore, notte e giorno, aiutandoli anche a fare i bisogni, non c’è scampo. E sono troppo piccoli per imparare a sporcare in un angolo, non pensateci nemmeno a prendere un cucciolo di 15 giorni e pretendere che impari subito a fare i bisogni nella traversina, magari dormendo 12 ore per notte, non funziona così.

A seconda del giudizio del vostro veterinario, dall’età di 3-4 settimane (3 solo se per motivi particolari sia necessario fare uno svezzamento precoce) si cominciano a proporre al cucciolo le pappe da svezzamento. Che ovviamente non possono essere subito le crocchette, sono troppo dure e anche ammorbidite con l’acqua vanno introdotte magari in un secondo momento. Prima si comincia a proporre o le apposite pappe da svezzamento per cuccioli o anche del petto di pollo lesso, frullato e ammorbidito con acqua. Inizialmente queste pappine saranno molto morbide, quasi delle poltiglie a causa dell’alto contenuto di acqua. Man mano che il cucciolo impara a mangiare il cibo solido, si riduce la quota di acqua. Una volta che il cucciolo ha imparato a mangiare queste pappine, allora si può provare con le crocchette sbriciolate o ammorbidite con acqua o brodo. Man mano che il cucciolo impara a mangiare le pappe da svezzamento e il cibo solido, si riduce gradualmente la dose di latte in polvere. Scopo dello svezzamento è infatti quello di passare dall’alimentazione lattea a quella solida. Quando il cucciolo ha ormai imparato a mangiare cibo solido e se lo digerisce bene, non c’è più bisogno di dargli il latte in polvere che diventa eccessivo.

Cosa non dare da mangiare a un cucciolo di cane orfano

Ecco cosa non dare da mangiare a un cucciolo di cane orfano, non importa chi ve lo abbia consigliato, non si nutre con questi cibi un cucciolo prima e durante la fase di svezzamento:

  • latte vaccino
  • crocchette così come sono (abbiamo visto prima che si procede per gradi)
  • prosciutto cotto e salumi in generale (ogni tanto qualcuno prova a svezzare un cucciolo dandogli i cubetti di pancetta, evito di commentare che è meglio)
  • frutta e verdura (si danno quando è più grande, per un cucciolo in svezzamento l’alimento più digeribile è la carne)

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | [email protected]

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog

ALIMENTAZIONE CANE – Clinica veterinaria borghesiana – Roma