Esistono animali con sindrome di Down?

Cane e gatto, Sindrome di Down

Esistono animali, cani o gatti, con sindrome di Down o trisomia del cromosoma 21? Non proprio.

Qualcuno ogni tanto si chiede se possano esistere animali con Sindrome di Down? Complici anche le foto che girano sul web di animali che soffrirebbero di tale sindrome, molte persone si fanno prendere in giro da tali bufale. Finora, infatti, solamente in uomo e primati non umani è stata dimostrata la presenza della Sindrome di Down. E tutte quelle foto, allora? Si tratta di mutazioni genetiche che possono dare a cani e gatti un aspetto vagamente similare, ma non si tratta certo della trisomia 21.

Perché cani e gatti non possono soffrire della Sindrome di Down?

Il fatto è che la struttura dei cromosomi dei gatti e dei cani è così diversa da quella degli umani che non è possibile che possa soffrire delle medesime mutazioni tipiche della Sindrome di Down. Tuttavia non è detto che i nostri animali non possano soffrire di altre malattie genetiche che fanno sì che, esteticamente parlando, gli animali sembrino down. Tossine, malattie infettive o anche accoppiamenti fra consanguinei possono provocare nei nostri animali queste tare ereditarie.

La Sindrome di Down, meglio nota con trisomia 21, è una sindrome in cui si ha una terza copia (o anche una sua parte) del cromosoma 21. Nelle persone è associata a un ritardo nella crescita fisica, un ritardo nelle capacità cognitive e particolari caratteristiche del volto.

La trisomia dei gatti maschi tricolori

In realtà un'altra forma di trisomia nei gatti la conosciamo bene. Tutti sanno che le gatte tricolori o le squame di tartarughe sono quasi tutte femmina. Ecco, è quel "quasi" la parte importante da tenere a mente. In realtà esistono maschi tricolori, ma geneticamente parlando, al posto di essere XY come tutti i maschi, sono XXY e per questo motivo sterili (ma conviene comunque sterilizzarli). Si tratta ovviamente di un altro tipo di trisomia rispetto a quella che caratterizza la Sindrome di Down.

Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail