Incendi in Australia: il Wwf lancia un numero solidale per salvare animali e piante

Il Wwf ha da poco lanciato un numero solidale per aiutare l’Australia in questo difficile momento.

Incendi in Australia

Nei giorni scorsi il WWF ha lanciato un nuovo numero solidale per aiutare l’Australia in questo difficile momento. Il numero (45585) rimarrà attivo fino al 29 gennaio, e grazie ad esso tutti noi avremo la possibilità di inviare una piccola donazione (tramite sms o attraverso una chiamata) per sostenere la popolazione australiana, vittima – insieme a tantissimi animali – dei devastanti incendi che ogni giorno stanno distruggendo lo Stato.

Grazie alla donazione sarà possibile aiutare e sostenere la popolazione e le attività dei centri di recupero che si stanno impegnando per prendersi cura degli animali che sono sopravvissuti alle fiamme. Il denaro raccolto verrà inoltre utilizzato per mettere a dimora le prime 10.000 piante del progetto "Due miliardi di alberi per l'Australia", che si prefigge lo scopo di ripristinare gli ecosistemi entro il 2030.


Le conseguenze degli incendi in Australia


A causa degli incendi, in Australia molte persone hanno perso la vita, moltissime hanno perso la propria casa, e tanti animali (probabilmente un miliardo) sono stati uccisi dalle fiamme. A provocare questa drammatica tragedia sarebbe stato, secondo i membri del WWF, la mano dell’uomo, o per meglio dire

il caos climatico provocato dall'uomo: il 2019 è stato infatti l'anno più caldo e secco della storia australiana, cosa che ha consentito agli incendi di svilupparsi e propagarsi con una intensità senza precedenti.

Gli incendi hanno distrutto la vita di tantissimi animali appartenenti a molte specie. Non si parla solamente dei koala, che a causa delle fiamme hanno perso gran parte delle foreste di eucalipto (il loro habitat), ma anche dei canguri, dei wallaby, dei vombati, degli ornitorinchi e di moltissimi animali rari.

Vigili del Fuoco e volontari stanno facendo il possibile per fermare il fuoco e dare soccorso agli animali sopravvissuti a questa catastrofe. Ma c’è bisogno del sostegno di tutti, ecco perché il WWF Italia ha deciso di attivare una numerazione solidale per raccogliere fondi da destinare al sostegno dei centri di recupero che si dedicano agli animali feriti e alle azioni di messa a dimora dei primi 10mila alberi che rappresenteranno l’habitat rifugio per gli animali sopravvissuti.

via | Wwf.it
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail