Francia, il rinoceronte morto in uno zoo per malnutrizione

In Francia gli animalisti denunciano la morte di un rinoceronte nero per malnutrizione: si chiamava Jacob.

rinoceronte

Jacob era un rinoceronte nero che da 12 anni viveva nello zoo di Pont-Scorff, un piccolo comune della Bretagna, in Francia. Il povero animale è morto lo scorso 31 dicembre, ma solo oggi sono stati resi noti i risultati dell'autopsia, richiesta dall'associazione animalista Rewild. Secondo quanto è emerso Jacob è morto di fame e di stanchezza. Rinchiuso in un luogo non adatto a lui.

Lo zoo di Pont-Scorff era stato acquistato dall'associazione animalista Rewild, tramite una raccolta fondi internazionale che aveva permesso al gruppo di salvare gli animali ospitati all'interno. 560 in tutto tra leoni, elefanti, giraffe, panda rossi e lupi. Jacob, però, non ce l'ha fatta.

Nel post della ONG leggiamo:

I veterinari hanno notato la presenza di gravi lesioni orali (tartaro, gengivite e punte dentali affilate che hanno perforato le guance) che hanno impedito a Jacob di mangiare correttamente. L'animale soffriva di cachessia avanzata, collegata a una malnutrizione molto significativa, con totale assenza di riserva di grasso.

Jacob di fatto è morto di fame e di stanchezza. Ma non solo. È anche invecchiato precocemente: aveva "solo" 28 anni, ma in libertà i rinoceronti possono arrivare a vivere fino ai 50 anni. Ha vissuto in cattività, in un habitat che non si adattava ai suoi bisogni di animale selvatico. Non poteva muoversi, correre, viveva al freddo quando, invece, dovrebbe vivere in Africa, al caldo. Era solo, stressato, confinato in uno spazio non adatto a lui.

Solo la morte lo ha liberato da una vita che è stata solo l'ombra di ciò che avrebbe dovuto essere.

Con queste parole l'associazione denuncia la scomparsa del povero animale selvatico. Sperando di non dover più raccontare storie come quella di Jacob.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail