Aminoacidi essenziali e non essenziali: quali sono e a cosa servono

Cosa sono gli aminoacidi? A cosa servono? E qual è la differenza fra aminoacidi essenziali e aminoacidi non essenziali?

Aminoacidi

Cosa sono gli aminoacidi essenziali e non essenziali? Gli aminoacidi o amminoacidi sono molecole organiche che contengono sia il gruppo funzionale amminico che quello carbossilico. Si definiscono molecole anfotere perché hanno sia un gruppo acido (quello carbossilico) che basico (quello amminico). Gli aminoacidi sono i mattoni con cui vengono costruiti le proteine. In natura esistono 20 amminoacidi proteionogenici, a cui dobbiamo aggiungere i recenti selenocisteina e pirrolisina. L'organismo di esseri umani, cani e gatti è capace di sintetizzare da solo alcuni aminoacidi, i quali vengono definiti non essenziali.

Altri aminoacidi, invece, non è in grado di sintetizzarli, per cui si parla di amminoacidi essenziali: devono essere introdotti per forza con la dieta, altrimenti si va in carenza e si sviluppano diverse patologie anche gravi.

Aminoacidi essenziali: quali e a cosa servono

Gli aminoacidi essenziali sono quelli che l'organismo non riesce a produrre da solo, ma che deve per forza introdurre con l'alimentazione. Gli aminoacidi essenziali sono:

  • lisina: precursore della carnitina e della niacina, la sua carenza provoca anemia, alterazioni del mantello, alterazioni riproduttive, crescita stentata
  • isoleucina: fondamentale per la sintesi proteica, la sua carenza causa affaticamento e debolezza muscolare
  • metionina: coinvolta nella sintesi di numerose molecole, la sua carenza provoca alterazioni del mantello e impedisce la sintesi di molecole come cisteina, carnitina, taurina, lecitina, fosfatidilcolina e fosfolipidi
  • fenilalanina: fondamentale per la sintesi proteica, il suo eccesso provoca la fenilchetonuria, mentre la sua carenza provoca stanchezza, alterazioni del mantello, stato confusionale
  • treonina: interviene nella sintesi proteica e in numerose reazioni. La sua carenza provoca nervosismo e irritabilità
  • triptofano: interviene nella sintesi proteica ed è il precursore della niacina e della serotonina. Una carenza provoca alterazioni comportamentali
  • valina:interviene nella cicatrizzazione dei tessuti, nella formazione del tessuto muscolare, nella sintesi proteica e dell'emoglobina. Una sua carenza provoca mancanza di equilibrio

Aminoacidi condizionatamente essenziali: quali sono e a cosa servono

Questa è una categoria particolare di amminoacidi. Devono essere assunti con la dieta solamente in corso di alcune patologie o in alcuni periodi della vita. Gli amminoacidi condizionatamente essenziali sono:

  • arginina: viene prodotta dal corpo come derivato dal glutammato creato nel corso del ciclo di Krebs, ma in corso di gravidanza o dei bambini la sua produzione non è sufficiente a coprire il fabbisogno, per cui deve essere assunta con la dieta
  • tirosina: prodotta a partire dall'aminoacido essenziale fenilalanina, se questa non viene assunta con la dieta, non viene neanche prodotta la tirosina
  • cisteina: deriva dalla glicolisi, ma per la sua sintesi è necessaria la presenza della metionina, un altro aminoacido essenziale
  • glicina: interviene nella formazione del collagene e regola gli impulsi nervosi
  • glutammina: trasportatore di gruppi amminici, viene convertita in glutammato ed è uno dei precursori del GABA
  • prolina: base di molte proteine, interviene nella conduzione nervosa. La carenza provoca problemi neurologici e muscolari
  • taurina:sintetizzata a partire da metionina o cisteina in presenza di vitamina B6, la sua carenza causa in cani e gatti problemi di crescita, cardiaci e neurologici
  • Aminoacidi non essenziali: quali sono e a cosa servono

    Gli aminoacidi non essenziali sono quelli che l'organismo riesce a produrre da solo. Gli amminoacidi non essenziali sono:

    • alanina: importante per il metabolismo energetico, la sua carenza è rara
    • asparagina: importante per il metabolismo proteico, enzimatico e muscolare, la sua carenza provoca debolezza e alterazioni del comportamento
    • aspartato: fondamentale per la sua funzione di neurotrasmettitore, la sua carenza crea affaticamento
    • glutammato: precursore del GABA e importante neurotrasmettitore, la sua carenza provoca disturbi del sonno
    • istidina: interviene in numerose reazioni metaboliche e la sua carenza causa debolezza muscolare
    • serina: capace di attivare numerosi enzimi, la carenza provoca disturbi neurologici e neuromuscolari

    Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

    Foto | Pixabay

    • shares
    • Mail