Thailandia: turisti spariscono per il coronavirus, e le scimmie litigano per il cibo

Un branco di scimmie selvatiche affamate si azzuffa per il cibo: ecco un altro effetto del blocco causato dall'emergenza Coronavirus.

Nei giorni scorsi in Thailandia è stato girato un video che ha lasciato a bocca aperta il popolo del web. Il video in questione sarebbe stato realizzato nella città di Lopburi, situata nella Thailandia centrale, e ritrae un grande branco di scimmie che si inseguono con un atteggiamento evidentemente aggressivo. Le scimmie sarebbero affamate, ed il motivo è molto semplice.

L’emergenza coronavirus che ha coinvolto praticamente il mondo intero ha impedito comprensibilmente a molte persone di viaggiare, e di conseguenza di recarsi – fra gli altri luoghi – anche in Thailandia. Gli animali di questi Paesi vengono spesso nutriti proprio dai turisti, e l’assenza di questi ultimi sta portando i primati a patire la fame.

A dimostrazione di ciò, nel video in alto potete vedere un gruppo formato da centinaia di scimmie selvatiche affamate, che litigano in modo feroce per un po’ di cibo. Sembra che una delle scimmie sia riuscita ad accaparrarsi qualcosa da mangiare, e tutto il branco inizia ad inseguirla ferocemente. Una scena senza dubbio impressionante, che non può che lasciare l’amaro in bocca e portarci a chiederci cosa abbiamo sbagliato, per provocare una situazione del genere.

È estate, quindi di solito vediamo molti turisti, ma a causa dell'epidemia, ci sono così pochi che i mercati sono molto tranquilli

ha spiegato l’autore del video, Sasaluk Rattanachai, che ha deciso di pubblicare il filmato on line. La rissa di strada è scoppiata lo scorso martedì alle 11 circa, ed ha bloccato il traffico per circa 10 minuti.

via | Globalnews

  • shares
  • Mail