Coronavirus: parte la campagna Enpa “Gli abbracci che puoi dare”

L'ENPA lancia la campagna #GliAbbracciChePuoiDare. Ecco di cosa si tratta!

abbraccio cane

La disinformazione è sempre stato un grosso problema, può risultare pericolosa specialmente se essa parte da fake news nate al solo scopo di guadagnare qualche click in più. Chi le crea non si cura del fatto che le notizie false potrebbero avere gravi conseguenze, sia per il lettore (che magari adotta comportamenti errati credendo alla bufala di turno), sia per chi lo circonda, sia che si tratti di persone o animali.

In questo periodo in cui tutte le testate e i siti di informazione parlano di Coronavirus, non mancano le bufale riguardati rimedi miracolosi, mascherine fai da te e metodo di contagio. Una delle fake news in circolazione sul Covid-19 è quella che riguarda la trasmissione del virus da parte degli animali, anche quelli domestici, come il vostro cane e gatto.

Non c’è nulla di più falso. La notizia è stata subito smentita dagli organi competenti, in quanto era alta la preoccupazione dei padroncini di animali. Per combattere la paura ingiustificata nata a causa delle fake news, l’ENPA (Ente nazionale protezione animali), ha fatto partire la campagna #GliAbbracciChePuoiDare.

Molti personaggi famosi hanno subito aderito all’iniziativa, usando l’hashtag per pubblicare le foto e i video con i propri amici animali sui propri account social. Alcuni dei partecipanti sono Noemi, Gigi D’Alessio, Federico Poggi e tanti altri.

Il messaggio che molti volti noti hanno voluto portare avanti grazie all’iniziativa dell’Enpa è che gli animali sono una risorsa importantissima, bisogna curarli, coccolarli, amarli ed abbracciarli, soprattutto in momenti come questi. In un momento storico in cui non ci è permesso abbracciare le persone a noi più care, non dimentichiamo di farlo con i nostri amici a quattro zampe.

Foto di Myriam Zilles da Pixabay
via | Ansa

  • shares
  • Mail