Benvenuto Quarantena, il raro puledro nato da una mula e un asino

Diamo il benvenuto a Quarantena, un rarissimo puledro nato da mamma mula e papà asino.

puledro

Preparatevi a dare il benvenuto a Quarantena, un rarissimo puledro che a quanto sembra è nato dalla mamma mula e dal papà asino amiatino. Insieme questa coppia ha dato alla luce un puledro che ha sorpreso gli esperti. I fatti sono accaduti nella zona rurale di Tuscania, in provincia di Viterbo, dove al momento Stefano Capomaccio e Maurizio Monaci (genetista del Centro di Ricerca del Cavallo Sportivo il primo e ginecologo del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia il secondo) stanno cercando di comprendere cosa possa essere accaduto esattamente.

La nascita di Quarantena (così ribattezzato perché è stato dato alla luce lo scorso 17 aprile, durante il periodo di isolamento imposto a causa della pandemia) rappresenta un fenomeno molto raro:

Il mulo è la prole ibrida tra una cavalla e un asino e dovrebbe essere sterile, ma non in questo caso. Un cavallo ha 64 cromosomi e un asino ne ha 62, quindi un mulo rimane con 63, un numero irregolare che non può essere diviso in coppie: ciò dovrebbe impedire a un mulo di riprodursi,

hanno infatti spiegato gli esperti.

Il puledro, nato nella Fattoria di Redelmo e Luca Mattioli, si trova insieme alla sua mamma (la mula Tuona) e al padre Lampo. I tre sono diventati una vera e propria attrazione per la gente del posto, che non vede l’ora di ammirare questo piccolo animale raro, che somiglia un po’ a un asino e un po’ a un mulo.

Nel frattempo gli esperti continueranno a condurre degli esami con tecnologie all’avanguardia per scoprire la causa di questo rarissimo fenomeno (pensate che dall'inizio del 1500 ad oggi pare siano solo 60 i casi di mule diventate mamme).

via | Corriere dell'Umbria
Foto di Christelle PRIEUR da Pixabay

  • shares
  • Mail