• Petsblog
  • Cani
  • Infezione all’orecchio del cane: come riconoscerla e cosa fare

Infezione all’orecchio del cane: come riconoscerla e cosa fare

Infezione all’orecchio del cane: come riconoscerla e cosa fare

Ecco qualche consiglio per individuare precocemente le infezioni all'orecchio del cane: è importante riconoscerle per tempo.

Molti neo proprietari di cani (e anche proprietari di vecchia data) ancora faticano a riconoscere i primi sintomi di infezione all’orecchio nel cane. Il veterinario Lindsay Watchter-Mead spiega come riconoscere le otiti nei cani ai primi sintomi e cosa fare. Le otiti sono un problema molto comune nei cani: i principali colpevoli sono lieviti come la Malassezia e i batteri, mentre gli acari sono in basso nell’elenco delle cause (a differenza di quanto accade nel gatto dove, spesso, le otiti sono provocate dagli acari). Inoltre il 90% delle otiti che questo veterinario diagnosticano hanno come le allergie.

Infezione orecchio cane: sintomi

Sono diversi i sintomi a cui i proprietari dovrebbero fare attenzione:

  • grattamento delle orecchie (il cane si crea anche delle ferite a causa delle unghie)
  • scuotimento della testa
  • testa inclinata dal lato dell’orecchio dolente
  • cane che guaisce quando gli si tocca l’orecchio dolente
  • presenza di un odore sgradevole che arriva dalle orecchie
  • orecchie arrossate
  • pus o cerume che fuoriesce dalle orecchie
  • otoematoma

E’ fondamentale riconoscere l’otite ai primi sintomi in modo da contattare il veterinario prima che la patologia vada troppo avanti: è molto dolorosa e se si lascia cronicizzare sarà molto più difficile trattarla.

Infezione orecchio cane: cosa fare?

Secondo il dottor Joe Hendricks, medico veterinario, la prima cosa da fare è andare dal veterinario, evitando di mettere nell’orecchio del cane farmaci da banco a casaccio. Questo perché il veterinario dovrà vedere e esaminare orecchio e cerume per capire la causa del problema e impostare una terapia mirata. Fare di testa propria e mettere farmaci a caso solitamente peggiora solamente il problema (esempio: se il cane ha l’otite a causa di un corpo estraneo, mettendogli delle gocce senza estrarre il corpo estraneo rischiate solo di perforargli il timpano).

Nel caso di otiti da allergie, il percorso diagnostico e di cura potrebbe essere più lungo. Anche perché dall’allergia il cane non guarisce, al massimo si tengono i sintomi sotto controllo.

Via | Popsugar

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog