Qual è la migliore prevenzione per la filaria del gatto?

La filaria, o più precisamente filariosi cardiopolmonare, è una malattia causata dal parassita Dirofilaria immitis. Si tratta di una patologia molto grave perché può portare l'animale alla morte. I sintomi più comuni sono difficoltà respiratorie, vomito, mancanza di appetito, tachicardia e letargia. Si tratta di una malattia difficile da curare, più che altro perché in molti casi porta a morte improvvisa. Ciò può avvenire quando i sintomi vengono sottovalutati ed il gatto non viene curato, o se la filaria viene confusa con altre malattie respiratorie. Per questo il modo migliore per salvare la vita ad un gatto è la prevenzione.

Per fortuna i gatti non sono gli ospiti ideali per il parassita della filaria che statisticamente preferisce i cani. Ciò accade perché nel corpo del cane le larve trovano terreno fertile per diventare adulte, mentre nei gatti è più probabile che muoiano prima. Il contagio può avvenire soltanto attraverso la puntura di una zanzara, quindi non c'è bisogno di tenere il gatto segregato in casa perché le zanzare lo possono raggiungere ugualmente, né c'è la necessità di evitare qualsiasi contatto con un altro gatto o con un cane.

Per tutti questi motivi l'unico metodo ritenuto efficace per la prevenzione della filaria del gatto è quello farmacologico. Il medicinale non è altro che una compressa masticabile, da somministrare ogni mese, che il gatto mangia volentieri perché è al sapore di carne. I farmaci più comuni sono l'Ivermectina (CARDOTEK-30 FX®), e la Milbemicina (MILBEMAX®GATTI), ma c'è anche la Selamectina (STONGHOLD) che è ad applicazione cutanea. Ad ogni modo sicuramente il veterinario può assegnare il farmaco più indicato per ogni caso.

Se si possiedono diversi animali domestici in casa, bisogna monitorarli tutti, perché se la filaria viene diagnosticata anche in uno solo dei gatti ci sono alte probabilità che la zanzara abbia trasmesso la malattia anche ad altri gatti e/o cani.

Via | My-personaltrainer; Frontlinecombo
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail