Come pulire le orecchie al gatto

L'igiene personale per un gatto è importante. I nostri amici gatti non a caso passano tante ore al giorno a lavarsi. C'è un posto però che non sempre il micio riesce a raggiungere, ed in questo possiamo aiutarlo noi, se necessario: le orecchie. È importante imparare a pulire le orecchie del gatto perché così il micio potrà sentirci meglio e si eviteranno le colture di batteri che possono causargli malattie. Se lo si fa in maniera non accurata si rischia però di fargli del male.

Per cercare di pulire l'orecchio nel modo migliore, dobbiamo prima di tutto capire com'è fatto. L'orecchio del gatto è composto essenzialmente da tre parti: l'orecchio esterno, che sarebbe la parte visibile, normalmente in posizione verticale che termina a punta; il canale auricolare, un tubicino che conduce al timpano e serve per convogliare i suoni e l'orecchio interno responsabile dell'equilibrio e del bilanciamento, non visibile ad occhio nudo.

Fatta la conoscenza dell'anatomia dell'orecchio del gatto, dobbiamo procurarci una soluzione per la pulizia delle orecchie che si vende nei negozi per animali, batuffoli di cotone o tamponi (non un cotton fioc che può essere pericoloso), acqua calda, un contagocce ed un asciugamano grande che serve per avvolgere il gatto. Inoltre è consigliabile farsi mostrare dal veterinario la pulizia la prima volta per evitare movimenti sbagliati.

Per cominciare, avvolgere il gatto nell'asciugamano e posarselo in grembo. Piegare indietro l'orecchio esterno in modo da avere accesso al canale uditivo. Pulire l'orecchio esterno con la soluzione apposita e massaggiare col tampone senza entrare troppo in profondità e con delicatezza. A questo punto ripetere l'operazione sull'altro orecchio e liberare il gatto, che potrà così scrollare la testa, evitando però che scappi via. Nell'arco di cinque minuti la soluzione avrà sciolto il cerume e sarà possibile utilizzare del cotone per ripulire definitivamente le orecchie.

La pulizia è consigliata all'incirca una volta ogni 2 mesi. Se si notano rossore e gonfiore, il gatto si gratta eccessivamente l'orecchio, oppure viene prodotto un cerume liquido o marroncino chiaro è il caso di portarlo dal veterinario. Può darsi che abbiate sbagliato qualcosa o sia in corso un'infezione come l'otite.

Via | Catster
Foto | Flickr; Benkucinski

  • shares
  • Mail