Il gatto per i nostri bambini: lo Scottish Fold

Cucciolo di Scottish FoldCome scegliere un gatto se abbiamo bambini? Io sono sempre a favore dell'adozione di animali abbandonati. Se vogliamo un cucciolo, basta chiedere al responsabile di zona del canile o della lega della protezione animali e ci avviserà non appena inizierà la stagione delle cucciolate. L'importante è che prima di scegliere il gatto che ci interessa ne verifichiamo il carattere. Sarà sufficiente andargli vicino e, dopo essersi fatti annusare, provare a toccarlo, a prendergli una zampina, a giocare con lui.

I gatti di indole docile non tirano fuori le unghie, non graffiano e non mordono. Se sono palesemente infastiditi, prima ti miagolano un avviso e poi se ne vanno, divincolandosi, se necessario, persino da un abbraccio deciso. Noi in casa abbiamo un gatto non adatto ai bambini, ma l'ho scoperto dopo averlo adottato e a quel punto non me la sono sentita di darlo via un'altra volta. Ho dovuto perciò sostenere una dura battaglia con lui e tenere alla larga la piccola finché non hanno potuto confrontarsi alla pari.

Se poi non volete proprio correre rischi e preferite comprare un gatto di razza, allora pare che lo Scottish Fold sia davvero un tenerone. Uno di quei gatti che vogliono, cercano la vicinanza fisica col padrone e richiedono molte molte coccole. Se fate un giro su youtube troverete diversi filmati che lo riguardano: ne resterete inteneriti.

Naturalmente anche il carattere del bambino dovrà essere adatto a quello del gatto. L'arrivo del micino dovrà essere preceduto da una spiegazione chiara del comportamento da assumere nei confronti dell'animale: non è un giocattolo; non puoi vestirlo e metterlo nel passeggino; non tirargli la coda; non rimproverarlo senza motivo, non disturbarlo mentre mangia eccetera...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: