Petsblog Gatti Gatto che dorme con gli occhi aperti: è normale?

Gatto che dorme con gli occhi aperti: è normale?

Gatto che dorme con gli occhi aperti: è normale?

Gatto che dorme con gli occhi aperti – Se avete un gatto lo avrete notato di sicuro: ogni tanto sembra dormire a occhi aperti. Come fate ad accorgervene? Beh, perché il gatto è acciambellato, sembra guardarvi perché ha gli occhi aperti, ma all’improvviso comincia a sognare muovendo occhi, zampe e muso e vi accorgete che in realtà il gatto che sembrava fissarvi in realtà stava dormendo. Diciamo che è un comportamento assolutamente normale nel gatto, ma c’è un caso in cui non lo è.

Gatto che dorme a occhi aperti: cause

Come dicevamo, è normale che il gatto non chiuda del tutto le palpebre quando dorme. In primo luogo non hanno delle palpebre come le nostre. Inoltre molti animali dormono praticamente con gli occhi aperti in quanto in questo modo, siano essi prede o predatori, possono svegliarsi più rapidamente in caso di necessità.

Inoltre a volte il gatto sembra dormire con gli occhi aperti, ma se lo osservate bene ha la terza palpebra su. Diciamo che si tratta di comportamenti del tutto naturali e fisiologici che permettono di vedere bene anche i movimenti involontari della pupilla del micio durante il sonno più profondo.

Tuttavia attenzione a non confondere un classico gatto che dorme con gli occhi aperti con un gatto imbambolato a fissare il vuoto: in questo caso il gatto non dorme, ma potrebbe avere una crisi di piccolo male o una forma di assenza in caso di forme di epilessia del gatto. Il gatto che dorme veramente di solito è acciambellato o in una di quelle pose plastiche a pancia all’aria che i gatti assumono quando dormono.

Il gatto con una crisi di assenza in corso magari è seduto e fissa il vuoto, non è cosciente in quel momento, non reagisce agli stimoli in quanto il suo cervello è momentaneamente in cortocircuito.

Gatto che dorme a occhi aperti: cosa fare

Fondamentalmente nulla nel senso che è assolutamente normale che il gatto dorma con gli occhi aperti o socchiusi, in modo da accorgersi tempestivamente dei pericoli e da risvegliarsi subito avendo una chiara vista della zona circostante. Tuttavia se vedete lo stesso atteggiamento in un gatto che sta seduto e che non risponde agli stimoli, allora contattate il veterinario perché potreste essere all’inizio di una forma di epilessia.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | alangee

Seguici anche sui canali social