Torino, il 2020 sarà l’anno del gatto

Torino, il 2020 sarà l’anno del gatto

Torino ha deciso di dedicare tutto il 2020 al gatto, il più elegante e raffinato tra gli animali domestici.

Il 2020 sarà l’anno del gatto. Almeno nella programmazione del Comune di Torino. Se per il Capodanno Cinese, infatti, entreremo il 25 gennaio 2020 nell’anno del Topo, ecco che il capoluogo sabaudo decide, invece, di dedicare un anno intero al suo più acerrimo nemico. L’amministrazione comunale torinese vuole in questo modo celebrare i felini aiutando anche le colonie presenti in città. Che sarebbero più di 1.500.

La Città di Torino, insieme all’Assessorato all’Ambiente, chiede l’aiuto ai torinesi per celebrare il gatto in questo 2020. E aiutare i tanti micini costretti a vivere in strada. Cosa possono fare i cittadini in concreto? Possono andare al Canile Municipale e ricevere una copia del Calendario 2020, donando una piccola offerta come cibo umido o cibo secco per aiutare i gatti che vivono liberi nelle colonie feline. Qui sono ospitati gatti abbandonati o che sono scappati dalle loro famiglie e non riescono più a ritrovare la strada di casa. Non avendo i gatti il microchip come i cani di proprietà, aiutarli è difficile.

Mantenere le colonie feline presenti in città ha costi decisamente elevati. L’Ufficio Tutela Animali del Comune di Torino, nella persona del suo responsabile, Carlo Mastrogiacomo, da qualche mese segue l’andamento delle colonie feline, verificando quelle nuove e cercando di fare un vero e proprio censimento dei gatti che vivono in libertà. Così da capire come intervenire: ma bisogna capire chi si occupa di queste colonie, per dare una mano a gestirle e a fare in modo che ogni gatto possa vivere degnamente anche in strada. Il Comune, poi, garantisce anche la sterilizzazione dei randagi a spese dell’amministrazione.

Il Comune di Torino sta collaborando con alcune associazioni attive sul territorio, come le Sfigatte di Miriam Simonetti e Laura Bertola. O i volontari di Mondo Gatto, della presidente Anna Maria Enrietti, che ogni secondo sabato del mese hanno un banchetto in piazza Carlo Alberto, ogni seconda domenica del mese al Mercato della Crocetta e ogni terza domenica del mese al Mercato della Gran Madre.

Foto Pixabay

Via | Mole24

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog