L'ENPA chiede aiuto per cani, gatti e conigli di Vicenza

Ci sono due argomenti che la fanno da padrone sulle prime pagine dei giornali in questi giorni: escort e maltempo. Delle prime non parleremo poiché non è questo il luogo ma del secondo si. L'ondata di maltempo che ha colpito la penisola nei giorni scorsi si sta spostando al Sud Italia lasciando dietro di se grandissimi disagi. Uno tra tanti è quello in cui si ritrovano cani, gatti e conigli tutti randagi o selvatici, della provincia di Vicenza. Nel capoluogo veneto il fiume Bacchiglione ha straripato invadendo le strade e costringendo gli animali a trovare un riparo di emergenza.

L'ENPA di Vicenza chiede aiuto a tutti quei cittadini disposti a darlo. Ci sono intere comunità feline, i cani nei rifugi rimasti isolati e i conigli selvatici del parco cittadino che rischiano di rimanere senza cibo o che, per cause di forza maggiore, sono lontano di casa e non riescono più a raggiungere le loro famiglie. La sede cittadina dell'ENPA è allagata ma i volontari chiedono a gran voce medicine e cibo dicendo che chi volesse può consegnare le cose al canile di Gogna, attualmente al sicuro dall'allagamento nonostante i campi circostanti si siano trasformati in acquitrini. Se la vostra città è stata colpita dal maltempo può essere che i canili e i rifugi della zona siano nelle stesse condizioni e necessitino degli stessi aiuti. Date un colpo di telefono, potreste dare una piccola mano anche voi.

Via| Corriere.it
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail