I diritti dei gatti: le coccole

Disegno di un gatto e dei suoi padroniHo scoperto un blog molto simpatico che si chiama Robe da gatti. I post non sono scritti da noi umani, ma da pet piumati o miagolanti, a seconda. Uno dei più simpatici, illustrato dal disegno che vedete in apertura di post, è quello sul diritto dei gatti alle coccole:

Le coccole sono un nostro diritto, lo sapete. Ma devono farcele quando vogliamo noi. Io, modestamente, le pretendo dal mio bipede e glielo dico chiaramente. Lui non sempre capisce. Lo sappiamo, i bipedi sono un po’ tonti. A me piace strusciare il mio bel muso in quel cespuglio peloso che ha in testa. Purtroppo si trova piuttosto lontano dal pavimento. Allora, in caso di estrema necessità, mi porto io alla sua altezza. Per farlo ci sono due strade possibili: A) saltare dal pavimento, B) saltare da un un punto sopraelevato (tavolo, mobile, sedia). (continua)

La mia gatta rivendica sempre molto chiaramente la sua voglia di coccole: miagola e mi gira intorno fino a che non mi rassegno e mi siedo sul divano. Allora tutta felice mi salta in braccio e comincia a fare le fusa. Naturalmente, la semi siamese, quando è stufa non può scendere e andarsene come tutti gli altri felini, no: lei mi morde. Insomma, dico io, va bene che i gatti hanno i loro diritti, ma ogni tanto le coccole vanno anche meritate. I vostri micioni, invece, come si comportano?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: