Come scegliere il cane perfetto per noi?

Come scegliere il cane perfetto per noi?

Ecco alcuni consigli su come scegliere il cane perfetto per noi e per il nostro stile di vita.

Come si fa a scegliere il cane perfetto con noi? Molto spesso la scelta viene fatta basandosi solamente sull’estetica di quella razza o sulla moda del momento, trascurando del tutto altre motivazioni molto più importanti. Ci sono molti fattori da tenere in considerazione, fattori da discutere prima e non dopo quando si è preso il cane e ci si è resi conto che gestire un Mastino Tibetano non è la stessa cosa che gestire un Cavalier King Charles Spaniel. Selezionare la razza giusta per noi implica tempo per documentarsi e anche soldi per spostarsi da un allevatore all’altro o da un veterinario a un educatori cinofilo al fine di capire meglio le difficoltà e particolarità inerenti una determinata razza.

Ecco allora alcune cose a cui pensare prima di prendere un cane.

Siate onesti sul vostro stile di vita

La prima cosa da fare è considerare quale sia esattamente il vostro stile di vita, vostro e di tutta la famiglia, si intende. Queste alcune delle domande da porvi:

  • Abitate in città o campagna?
  • Appartamento o casa con giardino?
  • Se abitate in appartamento, cosa dice il regolamento condominiale?
  • Se abitate in villetta, il giardino è messo in sicurezza per un cane?
  • Ho già un altro cane/gatto/animale: si accetteranno?
  • Nel caso non si accettassero, ho modo di separarli in casa?
  • Quante ore al giorno state fuori casa per lavoro o scuola?
  • Viaggiate molto?
  • So dove sistemare il cane quando sono in vacanza?
  • Ho i soldi per pagare eventualmente una pensione o un dog sitter?
  • Avete il tempo per educare e addestrare il cane?
  • Avete il tempo per portare il cane in passeggiata tutti i giorni?
  • Avete i soldi per mantenere un cane, considerando spese di mantenimento, cibo e spese veterinarie anche straordinarie?
  • Qualcuno in famiglia ha paura dei cani?
  • Qualcuno in famiglia è allergico ai cani?

Meglio prendere un cane in allevamento o salvarne uno dal canile?

La risposta non è semplice. Tutto dipende da quello che cercate nel cane. Se è vero che è bello e nobile il gesto di adottare un cane dal canile, bisogna fare alcune considerazioni. Se voglio un cane per fare mostre ed esposizioni o se mi sono innamorato di una razza particolare, ovviamente dovrò recarmi da un allevatore. C’è anche da dire che se cerco un cane con determinate specifiche per quanto riguarda il carattere, dovrò rivolgermi per forza a cani di razza. Con i meticci, infatti, essendo frutto di incroci anche multipli, non si può avere idea di che tipo di carattere avrà. Questo fermo restando che anche cani di razza possono avere caratteri che deviano da quelli previsti dallo standard. In fin dei conti non sono macchine tutte uguali, ma esseri viventi.

Se adottate un cane dal canile, parlate prima con i volontari

Nel caso abbiate deciso di prendere un cane dal canile, prima di portarlo a casa, assicuratevi di aver posto le giuste domande. Prima di tutto la salute: adottare un cane malato è un gesto nobile, ma inevitabilmente comporterà spese notevoli da parte vostra. Una volta che avrete adottato un cane sapendo che soffre di determinate malattie, dovrete avere la consapevolezza che vi sarete addossati anche le sue spese mediche. Non potrà essere certo il canile o il veterinario a pagarvi tale spese.

Chiedete anche dettagli approfonditi sul carattere del cane: come si comporta con gli altri cani (di taglia e sesso diverso), con gli altri animali, con le persone, con i bambini… Chiedete se soffre di fobie o paure particolari, se ci sono cose che non gli piacciono, se tende a fuggire, se ha mai mostrato segni di aggressività, timidezza o nervosismo…

Attenzione agli stereotipi di razza

Se è vero che scegliendo un cane di razza si ha vagamente un’idea del tipo di carattere che avrà, non bisogna dimenticare che i cani sono individui a se stanti, ciascuno con il proprio carattere e temperamento. I Labrador sono buono e docili? Certo, la maggior parte, fino a quando però non vi imbattete nel Labrador che vi stacca una mano a morsi se vi avvicinate fiduciosi per accarezzarlo.

Patologie di razza

Considerate anche che ci sono diverse malattie tipiche delle differenti razze. Tutti conoscono la displasia dell’anca, va bene, ma sperare di prendere un Labrador e non avere mai problemi di otite, allergia o atopia è pura utopia. Se prendete un cane brachicefalo, dovete conoscere la sindrome del cane brachicefalo ed essere consci del fatto che il vostro cane, man mano che cresce, potrà avere problemi respiratori (e non solo) anche importanti e che richiedono non solo terapie ed esami, ma anche interventi chirurgici.

Via | Vox

Foto | Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Petsblog