Storie vere: una coppia ritrova il cagnolino dopo quattro anni grazie a Facebook

Topaz
Quando parliamo di storie di cani che ritrovano i padroni, ci aspettiamo di sentire una storia in cui un cagnolino tenace ha percorso chilometri e chilometri per tornare nella propria casa. La storia vera di cui parlo oggi, invece, è particolarmente commovente per la tenacia di un essere umano.

Andiamo con ordine: una coppia, dovendo effettuare un trasloco problematico, affida la propria cagnetta a dei parenti. A causa di un regolamento che non prevede la permanenza degli animali in condominio, i parenti affidano la cagnolina a degli amici e da allora se ne perdono le tracce.

Quando la signora Stess-Kirschner ha trovato Topaz, una Lhasa Apso, dietro la propria porta l'ha presa con sé e curata. Durante una visita dal veterinario è stato trovato un microchip che rimandava al vecchio numero di telefono dei proprietari, cui, naturalmente, non rispondeva nessuno.

La signora a questo punto poteva anche arrendersi, ma non l'ha fatto: è entrata in Facebook e ha cominciato le sue ricerche, risalendo finalmente ai proprietari di Topaz che erano increduli e commossi nello scoprire che una perfetta sconosciuta si era impegnata tanto per restituire la piccola ai legittimi proprietari.

Ciò che mi ha colpito di tutta questa storia sono stati la generosità e la tenacia della signora che ha trovato Topaz. Forse per noi che leggiamo e scriviamo per Petsblog è scontato pensare che avremmo fatto lo stesso al suo posto, ma non per tutti è così. Anche se una persona è gentile con gli animali non è detto che sia in grado di capire l'importanza del ritrovamento di un cagnolino per i suoi padroni. Che ne pensate?

Via | L'arresto del carlino

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: