Petsblog Animali domestici Si possono dare gli ossi di pollo ai cani?

Si possono dare gli ossi di pollo ai cani?

Si possono dare gli ossi di pollo ai cani?

L’immaginario comune vuole che i cani siano sempre alle prese con qualche osso (si vedano, per esempio, fumetti o cartoni animati). Questo fa sì che molti umani alle prime armi con i cani pensino che le ossa sono la base della dieta dei cani. La questione non è così semplice come sembra.

Alla domanda: “Si possono dare gli ossi di pollo ai cani?”, la risposta migliore è “No”, senza se e senza ma. Il problema principale degli ossi di pollo – come cosce, fusi, ali – è che si tratta di ossi che tendono a scheggiarsi, il che, oltre a causare problemi alla dentatura e alle gengive per via delle schegge, può anche provocare danni all’esofago, allo stomaco e, nei casi gravi, portare alla morte. Basti pensare, per esempio, a una perforazione dello stomaco o dell’intestino.

Se pertanto state mangiando del pollo, non lasciatevi commuovere dal musetto di Fido che si poggia sulla vostra gamba e si lascia cadere una goccia di saliva: non dategli alcun ossicino. Al limite, se proprio volete, dategli un pezzo di carne (ma comunque è buona regola non dare mai nulla al cane quando stiamo mangiando, che Fido impara presto a “mendicare” da tutti i commensali). Ricordatevi che in commercio esistono ossa per cani realizzati con pelle di bufalo: questi, senza dubbio, sono molto più sicuri.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare