Petsblog Animali domestici Diarrea nella cavia: cause e cosa fare

Diarrea nella cavia: cause e cosa fare

Diarrea nella cavia: cause e cosa fare

Basta parlare di diarrea nel cane e nel gatto, anche le cavie possono avere la diarrea. Chi ha una cavia dovrebbe essere preparato a ciò, visto e considerato che le cavie soffrono spesso e volentieri di problemi intestinali, un po’ come succede anche nel coniglio a dire il vero. Non bisogna mai sottovalutare la presenza di diarrea nella cavia: se siete abituati a portare il cane e il gatto dal veterinario dopo settimane di diarrea (sgrunt), ecco che se fate uno scherzo simile alla cavia è più probabile che la portiate morta dal veterinario. Questo perché essendo piccole si disidratano molto più velocemente.

Cause di diarrea nella cavia

Andiamo subito a vedere quali sono le cause più frequenti di diarrea nella cavia:

  • dieta errata o errori nell’alimentazione: diciamo che sono forse la causa più frequente di diarrea nella cavia. Ricordiamo che la cavia è un erbivoro stretto con denti a crescita continua: le diete che contengono carboidrati come pane e grissini, latte o semi ecco che possono provocare diarrea. Inoltre anche una variazione brusca (vedi per esempio una cavia che non ha mai visto in vita sua dell’insalata che di punto in bianco viene nutrita con tonnellate di lattuga: la diarrea è assicurata, va abituata gradualmente) può scatenare una brutta diarrea, così come dargli verdure fredde di frigo o vecchie e marce
  • ipovitaminosi C: fra i tanti sintomi che può provocare l’ipovitaminosi C, ecco che si ha un danno della mucosa intestinale con sovrinfezione batterica secondaria e diarrea. Ecco perché è importante ribadire l’importanza dell’integrazione con vitamina C nella dieta della cavia
  • infezioni batteriche: diciamo che sono abbastanza rare nella cavia, tuttavia prendiamo in considerazione che infezioni da Salmonella o da Yersinia pseudotubercolosis possono scatenare diarrea nella cavia. Inoltre anche i clostridi, presenti normalmente nella flora batterica delle cavie, in seguito a errate terapie antibiotiche possono moltiplicarsi all’eccesso e provocare un’enterite mortale che non è trattabile
  • infezioni parassitarie: anche questa è una causa rara di diarrea nella cavia. Tuttavia nelle cavie a seguito dell’esame delle feci è possibile evidenziare il Paraspidodera uncinata (in piccole quantità è asintomatico, in grandi quantità provoca diarrea) e l’Eimeria caviae, un coccidio che spesso lo si ritrova nelle cavie giovani o appena acquistate e che se non trattato in tempo provoca diarrea e morte, esattamente come la coccidiosi del coniglio
  • antibiotici: come nel coniglio, la somministrazione di antibiotici nella cavia può provocare danni irreparabili, inclusa la morte nel giro di poche ore. Questo perché determinati tipi di antibiotici provocano gravi alterazioni della flora batterica intestinale, il che significa sviluppo eccessivo di clostridi. Fondamentalmente alla cavia NON si danno penicilline, cefalosporine, macrolidi (inclusa la spiramicina), lincosamidi (clindamicina e lincomicina), vancomicina e bacitracina e le tetracicline. Occhio che anche pomatine applicate sulla cute e contenenti questi principi attivi possono essere letali perché possono essere ingeriti tramite il leccamento della pelle

Cosa fare

Se ho una cavia con diarrea, non aspetto una settimana a portarla dal veterinario quando ormai è in fin di vita e magari pretendendo anche il miracolo istantaneo, la porto subito. In questi casi l’onestà premia: se avete somministrato farmaci o cibi che non dovevate alla cavia, non nascondete questa informazione al veterinario perché condannate a morte la cavia. Fondamentalmente la terapia è sintomatica, quindi reidtrazione, antibiotici nelle forme batteriche, probiotici e alimentazione forzata se non mangiano.

La dottoressa veterinaria Manuela risponderà volentieri ai vostri commenti o alle domande che vorrete farle direttamente per email o sulla pagina Facebook di Petsblog. Queste informazioni non sostituiscono in nessun caso una visita veterinaria. Ricordiamo che Petsblog non fornisce in nessun caso e per nessun motivo nomi e/o dosaggi di farmaci.

Foto | pictographic

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare